Nuovo acquisto

Primo giorno a Zingonia per Koopmeiners: «Entusiasta di questa nuova avventura»

Si è presentato sul campo del Centro Bortolotti il centrocampista olandese prelevato dall'AZ Alkmaar. Indosserà il numero 7

Primo giorno a Zingonia per Koopmeiners: «Entusiasta di questa nuova avventura»
Atalanta 10 Settembre 2021 ore 09:00

di Fabio Gennari

«Quanto sono esaltato da 0 a 10? Beh, 10! Sono davvero entusiasta, molto felice di essere finalmente arrivato qui all’Atalanta. Non vedo l’ora di cominciare». Volto sorridente, maglia nerazzurra con il numero 7 sulle spalle e i campi verdi di Zingonia sullo sfondo sono gli elementi chiave del ritratto della felicità (foto atalantai.it) firmato Teun Koopmeiners. Il nuovo centrocampista olandese della Dea ha fatto ieri, 9 settembre, il suo primo allenamento con l'Atalanta ed è stata anche l'occasione per la prima chiacchierata con il sito ufficiale da cui sono emersi concetti interessanti.

«Mi piace come gioca la squadra - ha svelato l'ex capitano dell'AZ Alkmaar parlando del nuovo gruppo -, penso che il club sia veramente giusto per me. Mi piace il tecnico Gasperini, il modo in cui attacca e come l’Atalanta gioca le partite. Conosco la squadra e i giocatori, sono davvero molto voglioso di iniziare». Nello scacchiere dei bergamaschi, un posto in campo dovrà contenderselo con Freuler e de Roon ma proprio il compagno di Nazionale è stato in questi giorni molto prezioso per conoscere ancora meglio la sua nuova realtà.

«Marten mi ha raccontato molte cose dell’Atalanta, dei compagni e dell’allenatore. Anche della città e della vita in Italia. Mi ha fatto sentire davvero il benvenuto. Per quello che ho visto finora, mi piace molto la città e posso dire la stessa cosa per l’Italia. Conosco e apprezzo la vostra cultura, penso davvero che potrò sentirmi a casa qui. Ho iniziato a prendere lezioni di italiano, per ora conosco poche parole: “Grazie”, “prego”, “ciao, io sono Teun”. Non sono molte, ma conto di impararne presto tante altre».

Piede caldo (il preferito è il sinistro) e tanta duttilità fanno del classe 1998 nato a Castricum una pedina interessante per lo scacchiere orobico. «Sono un centrocampista centrale - ha concluso Koopmeiners parlando delle sue caratteristiche - e mi piace molto giocare un calcio offensivo. Cerco di partecipare anche alla fase difensiva e lavoro duro per aiutare la squadra». L'ex capitano dell'AZ Alkmaar sarà subito convocato per la sfida alla Fiorentina.