Atalanta

Dea, dieci nomi da segnarsi Retrocessi ma da Serie A

Dea, dieci nomi da segnarsi Retrocessi ma da Serie A
Atalanta 27 Maggio 2015 ore 09:50

L'epilogo della stagione è ormai dietro l'angolo, la prossima serie A vedrà l'Atalanta protagonista per la 55esima volta nella sua storia. Mentre i giocatori, da domenica, saranno in vacanza inizia il periodo più caldo per tutti gli operatori di mercato. In attesa di capire qualcosa in più delle strategie nerazzurre sia per quanto riguarda le partenze che i nuovi arrivi (a questo proposito, l'incontro tra Reja e la dirigenza appare ormai imminente), i primi consigli di mercato potrebbero arrivare dalle rose delle tre formazioni retrocesse. L'obiettivo è molto semplice: chi sono i migliori delle squadre che non sono riuscite a mantenere la categoria? Dove l'Atalanta potrebbe inserirsi e dove invece la concorrenza è già altissima? Abbiamo individuato i 10 giocatori migliori di Parma, Cagliari e Cesena secondo la nostra valutazione. Per ciascuno abbiamo ragionato sulla situazione contrattuale, sulla proprietà del cartellino e sulle caratteristiche tecniche in funzione del 4-3-3 di Reja e delle esigenze del gruppo attuale.

Il Parma attende certezze. Ecco quindi le loro schede. Con un'unica avvertenza che riguarda i giocatori del Parma. Giovedì 28 maggio andrà in scena l'ultima asta per l'acquisto del titolo sportivo del club, che è stato dichiarato fallito. Se qualcuno si presenta, il Parma avrà continuità sportiva in serie B e quindi sarà parte attiva nella futura (eventuale) cessione di un giocatore. Se l'asta andrà deserta, i giocatori saranno liberi da vincoli contrattuali e per chi li acquisterà ci sarà il solo costo d'ingaggio.

 

1) PARMA: Pedro Mendes (1 ottobre 1990), difensore centrale portoghese

Difensore centrale di piede destro, Mendes può giocare indifferentemente a destra o a sinistra in una difesa a 4, ma è adatto anche alla difesa a 3. La statura è notevole (187 cm), le caratteristiche tecniche gli permettono di giocare anche come terzino destro. In carriera ha giocato con Sporting Lisbona, Servette, Real Sport, Real Madrid Castilla, Parma e Sassuolo, le presenze globali sono 93 in campionati professionistici con una gara di Champions League (Real Madrid-Ajax, stagione 2011/2012). Il suo contratto è in scadenza nel 2018, l'ingaggio è relativamente basso e sulle sue tracce ci sono Torino e Frosinone.

Statistiche 2014/2015: 24 partite, 1730 minuti, 6 ammonizioni e 0 gol.

 

2) PARMA: Josè Mauri (16 Maggio 1996), centrocampista centrale argentino

Un vero e proprio gioiello. Cresciuto nelle giovanili del club ducale, questo centrocampista centrale argentino si è imposto nel Parma di questa stagione nonostante la giovanissima età (classe 1996). Tecnicamente molto bravo, rapido e preciso negli inserimenti, è un giocatore di ottima prospettiva che ha realizzato 2 gol (uno contro la Juventus) e servito un assist nello sciagurato torneo gialloblù. Sulle sue tracce però ci sono già i grandi club del campionato italiano: il Milan sembra ad un passo dal suo acquisto ma alla finestra si sono messe anche Roma, Napoli e Fiorentina che possono garantirgli una importante finestra europea.

Statistiche 2014/2015: 32 partite, 2463 minuti, 6 ammonizioni, 2 gol e 1 assist.

 

3) CESENA: Luca Krajnc (19 settembre 1994), difensore centrale sloveno

Acquistato dal Genoa nel 2011 per 700mila euro (giocava nel Maribor Under19, squadra slovena), è stato inserito nella Primavera del Grifone riuscendo ad andare solo una volta in panchina con la prima squadra. Fisicamente ben messo (187cm per 83kg) è un centrale mancino che può giocare in entrambi i ruoli della difesa. Da due stagioni al Cesena, Krajnc è stato protagonista in Serie B (26 presenze globali) e in questa stagione ha giocato 21 partite con i romagnoli. In comproprietà tra Genoa e Cesena, su di lui ci sarebbero Fiorentina, Sampdoria e Milan.

Statistiche 2014/2015: 22 partite, 1861 minuti, 4 ammonizioni e 0 gol.

 

4) CESENA: Carlos Carbonero (25 luglio 1990), centrocampista colombiano

Arrivato in Italia nello scorso mercato estivo, per lunghi tratti della stagione non è stato mai tra i protagonisti, finché il suo periodo di adattamento è terminato e sono arrivate buonissime prestazioni, con diversi gol. Centrocampista tuttofare, Carbonero (179cm per 74kg) è un prospetto molto interessante e la Roma sta riflettendo sul suo futuro. La proprietà del cartellino è del River Plate, i giallorossi lo hanno parcheggiato per un anno a Cesena e hanno un'opzione per l'acquisto definitivo. Visti i buoni rapporti con l'Atalanta, l'operazione potrebbe anche essere portata a termine. Carbonero ha già vestito le maglie di Atletico Huilia e Caldas in Colombia, Estudiantes, Arsenal Sarandì e River Plate in Argentina, prima di arrivare al Cesena in Italia. Il suo valore è di circa 3 milioni di euro.

Statistiche 2014/2015: 22 partite, 1409 minuti, 7 ammonizioni, 3 gol e 1 assist.

 

5) CESENA: Gregoire Defrel (17 giugno 1991), attaccante francese

È la punta di diamante del Cesena, il giocatore più importante della rosa e colui che con 9 gol e 6 assist ha contribuito a mantenere accesa la speranza di salvezza per il gruppo di Di Carlo. Attaccante velocissimo e molto tecnico, Defrel può giocare come riferimento avanzato che si muove in profondità ma soprattutto come esterno offensivo. Mancino naturale, gioca sia a destra che a sinistra senza troppi problemi e le sue gesta hanno scatenato l'interesse di parecchi club. La comproprietà è tra Parma e Cesena e a stretto giro di posta proprio i romagnoli potrebbero ritrovarsi a controllare completamente il suo cartellino. In passato si è parlato di Sassuolo, Palermo e Torino ma anche di Atalanta. Le squadre interessate però, in Italia e in Europa, non mancano.

Statistiche 2014/2015: 35 partite, 2732 minuti, 6 ammonizioni, 9 gol e 6 assist.

 

6) CAGLIARI: Lorenzo Crisetig (20 gennaio 1993), centrocampista italiano

Cresciuto nel Donatello Calcio di Udine, dal 2007 è approdato al settore giovanile dell'Inter e dal 2008 è sempre stato chiamato nelle rappresentative giovanili azzurre. Josè Mourinho nel 2010 lo ha spesso inserito nella lista B per le competizioni europee, si tratta di un centrocampista che gioca davanti alla difesa bravo sia in fase di interdizione che di impostazione. Qualcuno lo paragona all'uomo d'ordine del Barcellona Busquets (facendo le debite proporzioni), è potente e la sua struttura fisica (185cm per 80kg) abbinata ad un sinistro molto interessante lo collocano tra i migliori prospetti della sua età. Il futuro è da valutare, la proprietà del cartellino è dell'Inter.

Statistiche 2014/2015: 29 partite, 2271 minuti, 8 ammonizioni, 0 gol e 1 assist.

 

7) CAGLIARI: Albin Ekdal (28 luglio 1989), centrocampista svedese

Arrivato in Italia alla Juventus nella stagione 2008/2009, Albin Ekdal ha iniziato il suo pellegrinaggio in giro per la penisola con la Vecchia Signora che lo teneva sempre d'occhio. Dal 2011 è al Cagliari, i sardi lo hanno acquistato completamente nel 2012 e nel prossimo mercato raccoglieranno i frutti. Reduce da una stagione assolutamente positiva, il centrocampista svedese pare nel pieno della sua maturità (è coetaneo di Bonaventura) ed pure nel giro della Nazionale maggiore svedese. In carriera ha giocato 200 partite tra serie A (italiana e svedese), Coppa Italia ed Europa League, segnando 10 gol. sulle sue tracce ci sono Roma, Lazio e Fiorentina ma anche il Torino, nelle ultime settimane, ha fatto sapere di essere interessato. In questo campionato ha segnato 5 gol tra cui spicca la tripletta in casa dell'Inter.

Statistiche 2014/2015: 34 partite, 2775 minuti, 5 ammonizioni, 5 gol e 2 assist.

 

8) CAGLIARI: Godfred Donsah (7 giugno 1996), centrocampista ghanese

Donsah è un centrocampista centrale che fa della vivacità, della fisicità e dell'atletismo i punti di forza. Con la maglia del Cagliari ha destato una gran bella impressione, anche quando è subentrato a gara in corso. Zeman lo ha proposto con continuità e lo ha spesso considerato una delle prime alternative ai tre centrocampisti titolari. Arrivato in Italia a 15 anni provando con Palermo e Como, lasciò il Paese perchè senza permesso di soggiorno e ci tornò l'anno scorso con il Verona: l'esordio assoluto arrivò a Bergamo contro l'Atalanta il 19 aprile 2014. Non molto alto (175cm), ha ottime doti atletiche e riesce a cambiare subito ritmo se la manovra lo richiede. A soli 19 anni ha giocato 23 volte in serie a con il Cagliari segnando 2 gol e regalando un assist. Su di lui c'è la Juve che potrebbe girarlo in prestito (magari biennale) in provincia.

Statistiche 2014/2015: 23 partite, 1201 minuti, 1 ammonizioni, 2 gol e 1 assist.

 

9) CAGLIARI: Diego Farias (10 maggio 1990), attaccante esterno brasiliano

La sua posizione in campo sembra ritagliata apposta per il 4-3-3 di Reja. Gioca da attaccante esterno destro, punta il diretto avversario e lo salta spesso creando superiorità. Voluto da Zeman, è a Cagliari in prestito con diritto di riscatto dal Chievo Verona, e rappresenta una delle note più liete della stagione dei sardi. Arrivò in Italia al Chievo di Sartori nel 2005, in carriera ha vestito le maglie di Verona, Foggia, Nocerina, Padova, Sassuolo e Cagliari, e da qualche settimana si vocifera di interessamenti per lui da parte di Lazio, Fiorentina e Sassuolo. Il futuro, in ogni caso, pare lontano dalla Sardegna.

Statistiche 2014/2015: 32 partite, 2014 minuti, 7 ammonizioni, 8 gol e 7 assist.

 

10) CAGLIARI: Marco Sau (3 novembre 1987), attaccante italiano

Attaccante rapido e scattante, capace di grande concretezza sotto porta, ma anche di giocate da campione. Marco Sau è una bella realtà del nostro campionato che arriva da una stagione deludente ma che è in cerca di riscatto. Per caratteristiche, in passato è stato accostato a Totò Di Natale. Opportunista d’area di rigore, sempre pronto alla ribattuta è bravo a giocare sul filo del fuorigioco, ha una qualità innata nel saper mantenere la lucidità nell’uno contro uno con il portiere. In passato è stato anche all'Albinoleffe, la sua carriera lo ha visto protagonista con Manfredonia, Albinoleffe, Lecco, Foggia, Juve Stabia e Cagliari: i gol segnati sono 86 in 248 gare tra i professionisti. Può giocare punta centrale di movimento o in appoggio ad un centravanti.

Statistiche 2014/2015: 30 partite, 1849 minuti, 3 ammonizioni, 8 gol e 4 assist.

 

Seguici sui nostri canali