Quelli che danno da mangiare a Denis, Pinilla e compagni

Quelli che danno da mangiare a Denis, Pinilla e compagni
13 Maggio 2015 ore 10:13

Clima disteso, volti sorridenti e tanta voglia di assaggiare le prelibatezze che ogni giorno mangiano i giocatori dell’Atalanta. Martedì 12 maggio, mentre i ragazzi del gruppo nerazzurro lasciavano alla spicciolata il centro Bortolotti di Zingonia al termine dell’allenamento, il direttore generale Pier Paolo Marino ha fatto gli onori di casa per la giornata dedicata alla presentazione dei fornitori food della prima squadra. Non è stata soltanto una carrellata di prodotti con il marchio Atalanta, ma la presentazione di quattro aziende che, a loro modo, contribuiscono al lavoro dell’Atalanda, fornendo a Denis e compagni il meglio per l’alimentazione prima delle gare e per il recupero dall’attività agonistica.

Parola al nutrizionista. Il corpo di un atleta è una macchina molto complessa, e l’uso di alcuni prodotti specifici può aiutare a costruire una prestazione importante. Spiega il medico sociale dell’Atalanta, Marco Bruzzone: «I ragazzi puntano a recuperare gli sforzi con alcuni prodotti specifici. C’è chi ama lo yogurt greco, chi preferisce la frutta secca, chi un po’ di ricotta e chi il prosciutto crudo. Il segreto del nostro approccio è quello di seguire e analizzare ogni giocatore e cercare di accompagnare il recupero con gli alimenti migliori. Da questo punto di vista, i fornitori che abbiamo scelto sono un grandissimo sostegno». Dalla colazione alla cena, un calciatore deve lavorare anche sulla sua alimentazione per evitare problemi durante l’attività. Nella sala conferenze del centro di allenamento atalantino sono stati quindi presentati i salumi Ca’ del Botto, lo yogurt greco Fage, la frutta secca Noberasco e i formaggi Zanetti. Quattro aziende di grande livello.

8 foto Sfoglia la gallery

Crudo e bresaola. Una di queste è la bergamasca IBS, produttrice di salami. L’insaccato ovviamente non può essere al centro della dieta di un atleta, a differenza di prosciutto crudo e la bresaola: grazie alla scarsa presenza di grassi e alla ricchezza di proteine, il crudo e la bresaola Ca’ del Botto sono molto apprezzate dai giocatori e avallate del nutrizionista. «Siamo molto soddisfatti della partnership con Atalanta, il rapporto con il dottor Bruzzone e l’analisi dei prodotti ha permesso a noi di diventare fornitori ufficiali e al gruppo di conoscere i nostri salumi e le loro caratteristiche». Questa la soddisfazione dell’azienda seriana che stagiona i propri prodotti nella zona di Ardesio. I giocatori della Dea consumano crudo e bresaola come secondo piatto nei pranzi a Zingonia quando si svolge una doppia seduta, nel pranzo pre-gara e nel recupero post-partita.

Yogurt greco anche nei dolci. Tra i prodotti più apprezzati da Denis e compagni, c’è anche lo yogurt greco Fage. Le sue quattro linee di prodotto vengono servite soprattutto a fine allenamento in abbinamento con miele, frutta e marmellata, per aiutare a ricaricare le pile dopo uno sforzo intenso. L’azienda ha sede ad Atene, è nata nel 1926 ed è leader tra i produttori di questo speciale alimento, specie in Italia. Le proprietà benefiche dello yogurt sono molteplici: aiuta organismo grazie alle proteine e ad una serie di micronutrienti che intervengono sia nelle diete a basso contenuto lipidico che nella regolarizzazione intestinale. Grazie al cuoco dell’Atalanta, lo yogurt greco è stato inserito anche nella preparazione delle crostate di frutta, permettendo un ridotto apporto di grassi e di lattosio e mantenendo un gusto piacevolissimo.

Frutta secca, preziosa alleata. Universalmente riconosciuta come un alimento poco indicato in una dieta bilanciata, la frutta secca invece può essere una preziosa alleata, ma deve essere di provenienza bio e ben miscelata. Per questo in casa Dea mirtilli rossi, mandorle, anacardi, noci, noci del Brasile e bacche di Goji non mancano mai, fornite da Noberasco. «I giocatori, dopo ogni allenamento, trovano all’interno dello spogliatoio una serie di confezioni monodose di frutta secca e disidratata. L’intento è quello di bilanciare durante la settimana i vari elementi in base alla tipologia di lavoro svolto, e la risposta dei ragazzi è molto buona: per tutti, la frutta secca è una soluzione molto interessante per introdurre subito energia nel corpo». Noberasco, per altro, è presente anche all’interno di Expo2015 a Milano, nel Cibus Expo Padiglione Corporate e Eataly Food Distrinct.

Formaggi Zanetti, una garanzia. E poi ci sono i Formaggi Zanetti, nati nel 1900 e ancora oggi marchio leader sul mercato. «Siamo orgogliosi di questo rapporto con Atalanta, grazie ai nostri formaggi speriamo di dare un piccolo contributo allo sprint della squadra nella rincorsa alla salvezza. Ormai ci siamo, manca pochissimo e l’Atalanta rimarrà in serie A. Per chi è bergamasco come noi, questo è motivo di grande orgoglio e grande soddisfazione», spiega Marco Zanetti. Con otto stabilimenti nel Nord Italia e un fatturato di circa 370 milioni di euro nel 2014, la Zanetti Spa è una realtà mondiale di grande livello (il 55 percento del fatturato deriva dall’Export). A Zingonia, il Grana Padano Riserva e la ricotta sono apprezzatissimi dai giocatori, serviti in pranzi e cene del ritiro estivo per un apporto di energia rapido e molto gustoso.

Reja, dalla bici al coltello. Durante la presentazione dei fornitori food e prima dell’apprezzatissimo aperitivo con assaggio di tutte le prelibatezze a disposizione di giocatori e staff, c’è stata la simpatica incursione in sala del tecnico Edy Reja: «Stavo facendo una quarantina di chilometri in bicicletta nella palestra, ero sullo Zoncolan e appena finita la discesa il direttore Marino mi ha convocato qui. Sono affaticato ma saluto tutti con piacere: grazie anche ai vostri prodotti i giocatori si nutrono molto bene e tutto il lavoro ci sta portando ad ottenere buonissimi risultati. Speriamo di fare subito il punto che manca per festeggiare la salvezza matematica tutti assieme». Accolto da un grandissimo applauso, il tecnico goriziano si è intrattenuto con sponsor e giornalisti durante l’assaggio di prosciutto crudo, mostrando anche grande abilità nel taglio del salume al coltello.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia