Dopo il pari col Villarreal

Questa volta Gasp sorride: «Un punto meritato. In Italia troppo spesso episodi contro»

Il tecnico nerazzurro è soddisfatto del 2-2 in terra spagnola e sottolinea la grande prova dei suoi contro una squadra tecnica e forte

Questa volta Gasp sorride: «Un punto meritato. In Italia troppo spesso episodi contro»
Atalanta 14 Settembre 2021 ore 23:20

È un Gasperini sorridente quello che si presenta ai microfoni dopo il 2-2 contro il Villarreal. Un viso ben diverso da quello visto sabato sera dopo la sconfitta con la Fiorentina... «Sono soddisfatto - ammette il Gasp -, perché abbiamo giocato con personalità. Loro hanno tanto qualità, non era facile. Dispiace per i due gol presi, ma eravamo partiti forte, poi abbiamo iniziato a perdere palloni rischiosi al limite dell'area e in situazioni del genere rischi tanto e puoi prendere gol, perché loro sono forti».

Intanto, però, alle 18 il Manchester United ha, a sorpresa, perso per 2-1 contro lo Young Boys. Un risultato che mostra il grande equilibrio nel girone della Dea. «Quel risultato conferma quello che pensavo, gli svizzeri vanno rispettati, lo dimostra la sconfitta dello United. Giocare sul loro campo sintetico è difficile. Noi abbiamo conquistato questo punto contro una squadra forte, un punto meritato. Nel finale abbiamo anche provato a vincerla, ma potevamo pure perderla. Ci ha salvati Musso».

L'impressione di tutti gli osservatori è che, dopo un avvio di campionato complicato, l'Atalanta stasera si sia un po' ritrovata. E Gasp, in parte, conferma: «Il fatto è che in Europa le partite sono più aperte, si può giocare di più. In Italia, quando giochi in casa soprattutto, non è così. Se non trovi il gol fatichi e se ti trovi a dover rimontare, rischi di scoprirti e di lasciare spazi agli avversari. Io però non ero così negativo neppure dopo la sconfitta con la Fiorentina, quel risultato credo sia stato deciso da episodi pesanti contro di noi, come troppo spesso accade in Italia. In più i nazionali erano tornati da poco, ci siamo allenati con tre giocatori per dieci giorni... Ora, giocando spesso, possiamo solo migliorare. Anche in campionato, dove abbiamo raccolto meno di quanto meritavamo».

Contro il Villarreal, si sono rivelati fondamentali i cambi. In particolare l'ingresso di Ilicic e Miranchuk, entrati nell'azione del 2-2. «Gli uomini d'attacco sono fondamentali - conferma il Gasp -, soprattutto in questo calcio con i cinque cambi. Portano velocità e qualità. Purtroppo nel finale ci è mancata un po' di convinzione, quando loro sono rimasti in dieci ero convinto di poterla vincere. Ma globalmente sono veramente soddisfatto di tutti».