Le ultime su Duvan

Zapata, la certezza è solo una: per la sua cessione è necessario che prima arrivi il sostituto

Si attendono passi avanti importanti per il nuovo centravanti prima di considerare perso il colombiano: piace Abraham, nelle prossime ore contatti decisivi?

Zapata, la certezza è solo una: per la sua cessione è necessario che prima arrivi il sostituto
Atalanta 09 Agosto 2021 ore 08:07

di Fabio Gennari

Può sembrare un dettaglio ma non lo è affatto: prima di ritenere sicura la cessione di Duvan Zapata, l'Atalanta dovrà acquistare il suo sostituto. Leggendo in giro per il web sembra che l'unica visione che conta è quella dell'Inter che cede Lukaku al Chelsea, prende Dzeko e pure il colombiano della Dea. Se per il bosniaco della Roma la strada è semplice, e i giallorossi non si opporranno, a Bergamo la convinzione diffusa è che prima si prende il nuovo bomber e poi si cede Zapata.

Con i suoi 66 gol in partite ufficiali, il colombiano è il secondo marcatore della storia atalantina dietro a Doni e, anche se a 30 anni ha forse raggiunto il massimo del suo rendimento, per l'Atalanta è un valore aggiunto. Nello scacchiere di Gasperini il numero 91 di Calì è l'unico centravanti di peso a disposizione, privarsene significa aver già in mano un nuovo giocatore in grado di crescere con Gasperini e fare le sue veci.

L'Atalanta ha già individuato i profili che interessano, tra oggi e mercoledì è probabile che ci siano contatti con il Chelsea per Abraham e va trovata una quadra sulla formula: il classe 1997 inglese costa 40 milioni di euro e prende 3,5 milioni di ingaggio. Senza la partecipazione del Chelsea alle spese e il passaggio in prestito con diritto di riscatto (unica opzione che pare percorribile) è difficile che si arrivi ad una conclusione. Sullo sfondo c'è sempre Belotti, che non ha ancora rinnovato il contratto con il Torino.

Il tempo è poco ma, paradossalmente, è un alleato dei nerazzurri: più ne passa e meno ne resta per l'Inter per far lavorare Zapata con Inzaghi. Quindi i milanesi potrebbero andare su altri profili e a quel punto il 91 di Calì resterebbe a Bergamo almeno un'altra stagione. Considerato che un nuovo esterno al posto di Ilicic è atteso, la rosa della squadra orobica dalla cintola in su potrebbe essere parecchio rinnovata e ringiovanita.