Atalanta

I rinnovi di Gomez e Sportiello Perché la Dea li ha blindati

I rinnovi di Gomez e Sportiello Perché la Dea li ha blindati
Atalanta 19 Novembre 2015 ore 09:41

Nella settimana che porta alla sfida con il Torino, l’Atalanta ha messo a segno due importanti colpi di mercato. Non si tratta di nuovi acquisti da ufficializzare a gennaio né di svincolati. Semplicemente, il direttore tecnico Sartori e la proprietà hanno blindato i contratti di Alejandro Dario Gomez e di Marco Sportiello con due prolungamenti significativi che valgono, di fatto, come l’arrivo di due top player. Il numero 10 argentino rimarrà nerazzurro fino al 30 giugno del 2018, per l’estremo difensore l’accordo vale fino al 2020. Date lontane, che mettono l’Atalanta in una posizione di forza rispetto a tutte le concorrenti che stanno iniziando ad interessarsi seriamente ai due. La domanda sorge spontanea: perché è così importante prolungare il contratto a due uomini mercato che la prossima estate potrebbero veramente lasciare Bergamo?

 

A

 

Gomez blindato, tempismo perfetto. Il primo dato, incontrovertibile, riguarda il tempismo della scelta su Gomez. Dopo la sfida con il Milan, si sono moltiplicate le voci di un interesse proprio dei rossoneri per il Papu, aggiungendosi a quelle che volevano anche la Fiorentina sulle tracce del classe 1988 sudamericano. A 27 anni, Gomez sta vivendo un grande momento con la maglia della Dea e in queste prime 12 gare il suo contributo dal punto di vista tecnico è stato netto. Un giocatore che punta l’uomo e cerca sempre l’uno contro uno è molto appetito, il gioco di Reja esalta le sue caratteristiche e dopo una stagione tribolata come quella passata, tutta Bergamo sta ammirando il folletto diventato celebre a Catania.

 

??????????????????????????????????????????????????????

 

Quanto vale il rinnovo. I numeri tuttavia non rappresentano ancora la prova tangibile e assoluta che Gomez possa consacrarsi anche in una grande. Per questo motivo, allungando il contratto di un anno con la clausola inserita al suo arrivo, la società nerazzurra si è cautelata in maniera definitiva. Al termine del campionato, Gomez avrà ancora due anni di accordo (stagione 2016/2017 e 2017/2018), dunque almeno tre sessioni di mercato utili per trattare l’eventuale cessione (estate 2016, inverno 2017 ed estate 2017): senza il rinnovo, ogni decisione si sarebbe dovuta prendere la prossima estate (sessione estiva 2016) per evitare il rischio di perdere in pochi mesi il giocatore a parametro zero.

 

S

 

Il contratto di Sportiello garanzia per la valutazione. Quanto a Sportiello, la sua situazione è più semplice da capire rispetto a quella del compagno. Il vecchio contratto del portierone era stato rinnovato a gennaio di quest’anno fino al 2019. A stretto giro di posta è atteso un’ulteriore firma fino al 2020 e con questa mossa la società lancia un segnale chiarissimo a tutti gli interessati: Marco Sportiello è un giocatore importante e, come tale, va considerato in sede di trattativa. Sbucato dal nulla all’inizio della scorsa stagione dopo un anno da secondo e una gavetta tra dilettanti e Lega Pro, il portiere cresciuto nel vivaio è ormai una splendida realtà del campionato italiano. A livello di rendimento sono pochi i giocatori che lo superano, e per il classe 1992 il futuro sembra segnato. Gli occhi della Roma (ma anche del Napoli, della Juventus e di qualche squadra estera) sembrano puntati da tempo su di lui. Lo stesso Sportiello, in una recente intervista a Tuttosport, ha detto che  se potesse scegliere andrebbe alla Roma: in effetti i giallorossi a giugno potrebbero ritrovarsi senza Szczesny, di ritorno all’Arsenal. Con un accordo fino al 2020, l’Atalanta potrebbe anche aprire alla cessione, puntando però in alto sulla valutazione su tutti i fronti: età del giocatore, rendimento e, appunto, situazione contrattuale.

 

???????????????????????????????????????????

 

A gennaio può succedere qualcosa? Resta però importante capire se già a gennaio i due pilastri della Dea possono lasciare Bergamo. L'ipotesi, al momento, è molto remota. Eventualmente ogni discorso è rimandato a giugno: la società vuole terminare il campionato con tutti gli uomini più importanti al loro posto. E in più, a ben vedere, andare via non sarebbe interessante nemmeno per i due giocatori. Le società interessate a Sportiello non hanno bisogno immediato di un portiere, quelle che puntano a Gomez non hanno un 4-3-3 spumeggiante e rodato (vedi il Milan) o bisogno assoluto di nuova linfa (vedi la Fiorentina): in generale per dare valore aggiunto ad un giocatore come il Papu è necessario lavorarci in ritiro come ha fatto Reja a Rovetta. Perché accada qualcosa di clamoroso, servirebbero offerte irrinunciabili tipo quella del Leicester per Benalouane della scorsa estate. Ma in vista situazioni di questo tipo non ce ne sono. I tifosi atalantini, quindi, possono stare tranquilli: le voci continueranno e diventeranno sempre più forti, ma i due ragazzi sono concentrati al 100 percento sull’Atalanta e ogni scelta per il futuro è blindata dai contratti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter