Atalanta

Sassuolo, riecco Denis e Ciga Ma di sicuro c'è solo il tridente

Sassuolo, riecco Denis e Ciga Ma di sicuro c'è solo il tridente
Atalanta 11 Settembre 2015 ore 09:47

German Denis e Luca Cigarini vanno verso il pieno recupero e la possibilità di una loro convocazione per Sassuolo-Atalanta, in programma domenica a Reggio Emilia, è decisamente concreta. È questa la novità più interessante emersa dalla seduta pomeridiana svolta ieri al centro Bortolotti di Zingonia: chi si aspettava indicazioni particolari sulla formazione che si presenterà al Mapei Stadium è rimasto deluso, ma vedere in campo i due assi orobici rappresenta sicuramente una bella notizia.

Tutto con i compagni, tranne la partitella finale. La seduta del giovedì, come sempre, richiama parecchi curiosi che sperano di vedere in anteprima la formazione che giocherà poi la domenica. Anche questa volta, Reja e il suo uomo ombra Bollini hanno invece optato per un allenamento in famiglia sotto gli occhi del presidente Antonio Percassi, del figlio Luca e del direttore tecnico Giovanni Sartori appena rientrato da una settimana di vacanza. Sul centrale di Zingonia gli occhi erano tutti per Cigarini e Denis. I due si sono mossi con disinvoltura, hanno calciato e corso senza tradire il minimo fastidio e sono stati risparmiati solo nella fase finale della seduta, quando al gruppo è stata fatta disputare una partitella a campo ridotto. In precedenza, i movimenti provati erano ragionati sulle mosse da attuare in vista della sfida al Sassuolo con i tecnici molto attenti a far rispettare distanze e posizioni.

 

amichevole Atalanta - Hopoel Di Haifa

 

Reja e la partita speciale tra Stendardo e Kurtic. Con Bollini al centro del campo a dirigere le esercitazioni, mister Reja si è piazzato alle spalle della difesa composta da Masiello, Stendardo, Paletta e Conti. Uomini a parte, il tecnico si è spesso concentrato nel controllo delle posizioni e i suoi suggerimenti si sono uditi anche in tribuna. Con Paletta sul centro sinistra che è certo di una maglia, Stendardo sembra avere qualche possibilità di giocare e la sua grinta nei contrasti con Kurtic ha spesso consigliato al tecnico di richiamare i giocatori a non esagerare con l’agonismo. Il difensore napoletano e il centrocampista sloveno sono due guerrieri, vederli battagliare sul campo per un pallone d’allenamento è sintomatico di quanta voglia ci sia di fare il massimo contro i neroverdi. In generale, poi, è giusto sottolineare come le sedute di allenamento svolte con tanta grinta sono il termometro migliore della tensione che precede una gara. L’approccio, di tutti, pare proprio quello giusto.

 

Atalanta - Frosinone Stendardo e Kurtic

 

Il gioco delle coppie. Come detto, le indicazioni arrivate dal campo non sono state particolarmente interessanti. Le due difese che si sono viste erano per metà titolari e per metà no, Toloi ha giocato con Cherubin e Dramè esterno sinistro mentre a destra si è mosso Bellini. In mezzo al campo, senza più Giorgi passato all’Ascoli, de Roon e Kurtic sono stati schierati con Grassi, mentre Migliaccio e Carmona erano dall’altra parte con Cigarini. Salvo ribaltoni dell’ultima ora, l’unico reparto dove non sembrano esserci dubbi è l’attacco con Pinilla, Gomez e Maxi a formare il tridente titolare. Contro la formazione di Di Francesco saranno in palio punti pesanti: vincere per l’Atalanta significherebbe appaiare gli avversari a quota 6 in classifica regalandosi un grande slancio in vista delle prossime gare.

 

Atalanta - Frosinone Pinilla

 

Chei de la Coriera, in 100 al seguito.  Mentre la squadra si prepara nel quartier generale di Zingonia, i tifosi si stanno organizzando per raggiungere l’Emilia. Chei de la Coriera, gruppo di appassionati nato e cresciuto sul web, ha già raggiunto quota 100 iscrizioni e sono due i mezzi prenotati e già riempiti che partiranno domenica mattina dalla Coop di Bergamo. Il Centro di Coordinamenti Club Amici dell’Atalanta sta organizzando un altro mezzo in partenza dalla Valle Seriana, tanti tifosi hanno optato per la gita culinaria con partenza anticipata e pranzo in zona prima della partita. Per tanti, però, c’è il problema dei biglietti. Il circuito Vivaticket, come già successo nella passata stagione, ha diverse difficoltà di allineamento con i server della Questura e non è escluso che l’Atalanta, ancora una volta, intervenga in extremis per dare una mano a chi vuole esserci.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter