Scècc, come Ilicic non ce n’è A Gasperini non diamo il voto

Scècc, come Ilicic non ce n’è A Gasperini non diamo il voto
22 Dicembre 2019 ore 15:06

Una prestazione stellare, una vittoria storica e il “dettaglio” che riguarda Gollini e Gasperini. Il portiere dell’Atalanta, contro il Milan, prende “senza voto” al pari del Profeta in panchina, quest’ultimo un essere vivente che viene da una dimensione dove il calcio è un piacere per gli occhi, per il cuore e per la mente e per cui dobbiamo solo alzarci in piedi e applaudire. Mentre lui, al minuto 87’, salta con tutti noi.

 

 

Gollini s.v.: per la prima volta in tenuta nerazzurra data la divisa verde dei compagni di squadra (era il “Christmas’ Match”), passa il primo tempo a osservare i colleghi che controllano il gioco senza affanno. La situazione nella ripresa non cambia, l’unica novità è che si deve mettere un cappellino per il sole. Un “senza voto” che, preso contro il Milan, ha un significato enorme.

Toloi 8: gioca nella zona di Calhanoglu e per tutto il primo tempo il turco non si vede praticamente mai. Anche nella ripresa è in pieno controllo della situazione e infatti di pericoli dalle sue parti non ne arrivano.

Djimsiti 8: la sfida con Suso sembra complicata sulla carta, ma fino al riposo è praticamente perfetto in ogni chiusura. Si conferma sui 90′, ancora una volta è bravo a tenere il campo senza tradire nessun tipo di difficoltà.

Palomino 8: Leao non riesce praticamente mai a liberarsi della sua marcatura, è merito suo se il portoghese fa la figura del bimbo accompagnato al parco dal papà per la gita domenicale. Dopo la pausa di Bologna, una prestazione semplicemente da urlo.

Castagne 7,5: ha spazio sulla destra ma spesso non viene servito perché Ilicic è un anarchico e inventa calcio un po‘ dove gli pare. Al 50’, al volo, manda fuori un bel cross di Gosens. Fino alla fine è bravo a non perdere la posizione e farsi vedere.

 

 

De Roon 8: difensore aggiunto, centrocampista d’appoggio e sempre pronto alla corsa in più per il compagno che sta accorciando. Prestazione di altissimo livello.

Pasalic 8,5: colpisce l’incrocio dei pali da fuori area al 15’; bellissimo il suo duello con Kessie. Poi un secondo tempo che spiega perché è diventato una pedina insostituibile di questa Dea: al 62’ insacca da opportunista e al 63’ manda Ilicic a segnare il 3-0. Ancora una volta decisivo.

Gosens 8,5: fino al 45’ è un’ira di Dio, ogni volta che punta Conti lo mette in grandissima difficoltà e da quella parte la Dea sfonda quasi sempre. Al 50’ serve un gran pallone a Castagne, che manda sul fondo; al 62’ è suo il cross tagliato per Pasalic che segna il 2-0. Giocatore totale. (88’ Hateboer s.v.).

Malinovskyi 7,5: gioca in una posizione molto importante per gli equilibri, con le punte larghe lui avanza ma non troppo, creando parecchi problemi nel triangolo Bennacer-Romagnoli-Musacchio. Nella ripresa entra in quasi tutti i gol segnati dalla Dea e si conferma in crescita costante.

Ilicic 9: dopo 44 secondi impegna Donnarumma con il destro sul palo lontano; sua l’apertura per Gomez da cui nasce il vantaggio. Gioca tanti palloni, è sempre ben posizionato e al 63’ segna il gol del 3-0 chiudendo la partita con mezz’ora d’anticipo. Quando manca si sente, ma un altro così non si compra scècc. (80’ Muriel 7: entra in tempo per segnare il 5-0 in contropiede dopo l’assist di Malinovskyi da casa sua. Decimo gol in campionato e undicesimo stagionale in 19 partite).

 

 

Gomez 8,5: spacca la partita al 10’ con un gol semplicemente meraviglioso (tunnel a Conti e destro sotto la traversa). Negli altri gol si vede meno, ma è sempre e comunque nel vivo del gioco e tutte le azioni importanti passano anche dai suoi piedi. (88’ Freuler s.v.).

Gasperini s.v.: avete letto bene, senza voto. Come si può dare un voto a uno così? Come si può giudicare? L’Atalanta nel 2019 ha segnato 99 gol ufficiali, solo in Serie A sono 81 in 36 partite. Fanno gol tutti, contro tutti e in ogni situazione. Qualche punto perso per strada non può inficiare la valutazione. Siamo di fronte a un fenomeno, inutile dire di più.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia