E se alla fine Yepes restasse? In alternativa si pensa a Biava

E se alla fine Yepes restasse? In alternativa si pensa a Biava
08 Luglio 2014 ore 10:37

Sono giorni molto caldi sul fronte mercato. Si parla dei giovani nuovi arrivati, si discute delle cessioni più o meno eccellenti ma c’è una casella da riempire nello scacchiere di Stefano Colantuono che ha un significato tutto particolare: il posto che l’anno scorso era di Mario Yepes. Tutti lo danno ormai per perso, in tanti cercano il nome nuovo, ma la partita non è affatto chiusa. E se alla fine Yepes restasse a Bergamo?

Mario Yepes ha appena vissuto una delle avventure più importanti nella carriera di un calciatore. In Brasile, da capitano della Colombia, è stato ad un passo dall’impresa contro i padroni di casa e nonostante l’eliminazione nei Quarti di finale le sue prestazioni sono state ottime. Veramente ottime. A dispetto dei 38 anni e mezzo ( è nato il 13 gennaio 1976 ) Yepes è uno di quei calciatori carismatici che in un gruppo fanno la differenza. Fisicamente integro, certamente non ha lo smalto di quand’era ragazzino, ma la capacità di essere leader, di trascinare i compagni e di guidare la difesa sono ancora di primissimo ordine.

Il video del rientro in patria della Colombia:

Chiuso il Mondiale da protagonista, Mario Yepes ha sostanzialmente confermato in alcune interviste che la sua avventura con la maglia “tricolor” è da ritenere conclusa. Il proseguimento della carriera invece non è affatto in discussione e proprio da un quotidiano colombiano arrivano indicazioni precise. Secondo ElPais.com.co, giornale on-line di Calì, Mario Yepes sarebbe pronto a tornare subito in Italia. In questa news di poche ore fa viene sottolineato il rientro in patria zeppo di grande affetto a Bogotà e si spiega come lo stesso Yepes, dopo un paio di giorno di riposo, farà ritorno in Italia.

Dunque, per il condottiero della nazionale colombiana sono previste vacanze al mare nel nostro paese, per ora non ci sono dichiarazioni ufficiali riguardanti il futuro ma quelle rilasciate prima del Mondiale lasciano aperta una porta importante. «Bergamo è una città perfetta per me» aveva detto poco prima della partenza per la Colombia. Il centrale sudamericano a Bergamo ha trovato la sua dimensione, la vicinanza con Milano (dove vive con la moglie e i figli) e la conoscenza del gruppo sono tutti grandi argomenti per sedersi attorno ad un tavolo e cercare un accordo anche per la prossima stagione. I prossimi giorni saranno decisivi, Stefano Colantuono potrebbe avere di nuovo un uomo di grande esperienza: con Yepes, Stendardo, Cherubin e Benalouane il pacchetto di centrali sarebbe completo.

Il video con cui Yepes dà la carica ai suoi compagni colombiani prima della sfida all’Uruguay negli ottavi di finale:

 

 

Se invece non si concretizzasse un nuovo matrimonio tra Yepes e l’Atalanta, i nerazzurri hanno già pronta l’alternativa: Giuseppe Biava. Nato a Seriate l’8 maggio 1977, il ragazzo cresciuto a Cenate non ha mai indossato la maglia dell’Atalanta. Attualmente svincolato dopo il rifiuto del rinnovo di contratto con la Lazio, il trentasettenne assistito dall’agente Giorgio Parretti si è praticamente offerto alla società del presidente Antonio Percassi. Chiara la volontà di avvicinarsi a casa dopo una decina di campionati tra Palermo, Genova e Roma sponda biancoceleste.

Due giocatori d’esperienza, due ragazzi fisicamente integri e che possono certamente dare un contributo importante alla rinnovata difesa dell’Atalanta. Mario Yepes o Giuseppe Biava, quale sarà l’ultimo centrale a disposizione di Colantuono?

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia