Si lavora forte sul mercato in attesa della parola del Tas

Si lavora forte sul mercato in attesa della parola del Tas
Atalanta 16 Luglio 2018 ore 10:53

Inizia una settimana molto importante per l’Atalanta di Gasperini. Tra mercato, sentenza Tas ed esordio allo stadio di Bergamo per il trofeo Bortolotti, la Dea vivrà momenti intensi che potrebbero condizionare tutta la stagione, ma lo farà con la serenità di chi comunque lavora sul campo per migliorare condizione atletica ed automatismi, come dimostrano anche le due amichevoli andate in scena nel weekend, contro il Brusaporto (4-0) e il Chiasso (6-1).

 

 

Mercato: Pasalic e Obiang nel mirino. Dopo l’ingaggio di Zapata avvenuto la scorsa settimana, da oggi parte l’assalto finale a due centrocampisti e i nomi caldi sono quelli di Pasalic (Chelsea) e Obiang (West Ham). Il ragazzo classe 1995 con un passato nel Milan sembrava promesso sposo della Fiorentina che lo avrebbe accolto insieme all’attaccante Pjaca della Juventus, ma l’interesse della società orobica e gli ottimi rapporti dell’amministratore delegato Luca Percassi con il direttore generale del Chelsea Marina Granovskaia hanno ribaltato la situazione a favore della Dea. La zarina, così viene chiamata il braccio destro di Abramovich patron dei londinesi, è donna molto ascoltata e molto potente all’interno del Chelsea. Si vocifera che la Dea sia la preferita dalla società londinese e quindi tutto fa pensare che Pasalic alla fine verrà a Bergamo. Per quanto riguarda Obiang, il giocatore è ormai recuperato dopo l’intervento al crociato e i 90′ minuti disputati sabato in amichevole lo confermano. I londinesi nel ruolo hanno tre giocatori: il capitano Noble e il senegalese Kouyatè resterebbero ed è per questo che la partenza di Obiang non trova ostacoli da parte della società inglese.

 

https://www.youtube.com/watch?v=7qMy8ACI7Xk&feature=youtu.be

 

Giovedì 19 la sentenza del Tas. La sentenza definitiva sul Milan è attesa per la giornata di giovedì. In mattinata i rossoneri hanno appuntamento a Losanna davanti al tribunale per il ricorso contro la decisione della Uefa di escludere un anno il Milan dalle Coppe; ad oggi è difficile fare una previsione, ma da ambienti milanisti (giornalistici e non) filtra un po’ di pessimismo. Il Milan ha già inviato la sua memoria difensiva e a Losanna saranno presenti gli avvocati già impegnati anche a Nyon nelle scorse settimane più un nuovo legale inviato dal fondo Elliot. La partita che si chiuderà permetterà finalmente ad Atalanta e Fiorentina di avere certezze per il futuro ed è chiaro che ci si grande attesa. L’avversaria che affronterà l’italiana presente al preliminare uscirà dalla gara di ritorno tra Sarajevo e Banants (squadra armena) in programma sempre giovedì 19 con fischio d’inizio alle 20.15. Settimana scorsa, a Erevan, i bosniaci hanno vinto per 2-1 in trasferta e anche se il risultato non è largo tutti i favori del pronostico sono per la formazione granata.

 

 

Trofeo Bortolotti, arriva l’Herta Berlino. Dopo le tre vittorie contro Rappresentativa Val Seriana, Brusaporto e Chiasso, la Dea si prepara per affrontare al termine del ritiro di Rovetta i tedeschi dell’Herta Berlino sabato sera a Bergamo. Gli allenamenti in Val Seriana continueranno fino a sabato mattina, come da programma presente sul sito ufficiale, e allo stadio in serata ci sarà poi la possibilità di vedere dal vivo il tridente Ilicic-Zapata-Gomez contro una formazione certamente di livello più alto rispetto alle squadre già affrontate. L’obiettivo della settimana di Gasperini è quello di affinare ancora di più la condizione atletica, cercando di inserire meglio i giocatori nuovi e chiudendo in bellezza questa prima tornata di pesanti sedute. Se la decisione del Tas confermasse la partecipazione della Dea ai gironi di Europa League, per l’Atalanta scatterebbe la seconda parte del ritiro con alcune amichevoli internazionali già individuate che vanno soltanto ufficializzate. Non circolano per ora altre notizie, anche per scaramanzia, ma il viaggio europeo della Dea, almeno per le amichevoli, inizierà certamente prima rispetto alle scadenze ufficiali se non si faranno i preliminari.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità