Atalanta
Buone notizie

Sospiro di sollievo: Zapata sarà monitorato, ma le sue condizioni non preoccupano

Uscito nel secondo tempo della sfida contro l'Inter, il numero 91 di Calì non preoccupa e potrebbe rientrare subito in gruppo

Sospiro di sollievo: Zapata sarà monitorato, ma le sue condizioni non preoccupano
Atalanta 10 Marzo 2021 ore 09:30

di Fabio Gennari

Il centravanti nerazzurro Duvan Zapata, uscito anzitempo dal campo nella sfida di lunedì sera contro l'Inter, non dovrebbe avere nulla di particolare e dopo l'allenamento di oggi a Zingonia se ne saprà di più. Nella seduta di ieri al Centro Bortolotti il gruppo è stato diviso tra chi ha giocato e chi non è sceso in campo, classico lavoro a due velocità per il gruppo che venerdì sera giocherà al Gewiss Stadium contro lo Spezia prima di iniziare la marcia di avvicinamento alla sfida di Madrid contro il Real.

Le buone notizie da Zapata sono molto importanti, fermarsi in questo momento sarebbe un danno vero per chi combatte ai vertici del campionato ma, per fortuna, sembra che il fastidio accusato alla gamba destra dal colombiano non sia nulla di particolare. Nel report pubblicato ieri dalla società orobica sul proprio sito ufficiale il nome del numero 91 di Calì non compariva (solo Hateboer e Sutalo a parte) e già questa è una bella indicazione.

Nella sfida contro l'Inter, sia nel primo che nel secondo tempo, Zapata ha sfiorato il gol. Al 39' il suo colpo di testa dal cuore dell'area di rigore avversaria è stato respinto da un grande riflesso di Handanovic, mentre nella ripresa il destro violento al 68' ha sfiorato il palo con Handanovic proteso in tuffo. Sotto il profilo atletico, quella del centravanti sudamericano è stata ancora una volta una grande prestazione.

Alla gara contro il Real mancano appena sei giorni, difficile dire se Zapata sarà già in campo anche con lo Spezia. Anche se quella con i liguri è una gara da vincere per restare in corsa in classifica, in questo momento nessuno a Zingonia ha intenzione di prendersi rischi inutili. I recenti acciacchi muscolari di giocatori di grande stazza come Dzeko (Roma) e Ibrahimovic (Milan) sono da prendere da esempio, siamo in una fase della stagione con ancora tanti impegni. Gasperini ha altre soluzioni ed è giusto cercare di tenere tutti in buona forma senza sovraccaricare nessuno.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter