Atalanta

Stendardo, contro la Roma per dare continuità di risultati

Stendardo, contro la Roma per dare continuità di risultati
Atalanta 20 Novembre 2014 ore 10:17

«L’entusiasmo dei tifosi non è mai mancato ed anche la presenza di ieri sera conferma come gli appassionati siano attaccati alla squadra. Sabato sarà una gara importante per tanti motivi, prima di tutto dobbiamo dare continuità ai risultati recenti e alle prestazioni visto che abbiamo dimostrato una solidità importante. Incontriamo una squadra molto forte come la Roma, credo che però l’Atalanta abbia preparato la partita tatticamente molto bene e speriamo di fare una buona gara».

La fiducia di Stendardo. Mostra grande fiducia, Guglielmo Stendardo. Il difensore napoletano ha incontrato i tanti tifosi giunti all’Atalanta Store di Oriocenter e quando mancano solo due giorni alla sfida contro la Roma le parole del numero 2 nerazzurro sono quelle di chi non si sente assolutamente battuto in partenza. «Contro squadre con attaccanti veloci e grandi palleggiatori bisogna soprattutto essere concentrati e compatti, nel momento in cui si ruba palla bisogna dare qualità alle giocate e sfruttare le occasioni. In mezzo al campo c’è qualche defezione, è rientrato Baselli, ma Migliaccio è in dubbio: il mister l’ha comunque preparata in un certo modo e cercheremo di applicare le sue indicazioni». Tra le fila della squadra giallorossa mancherà il capitano Francesco Totti, la squadra di Garcia ha problemi anche in difesa ma è proprio l’assenza dell’uomo simbolo che potrebbe essere decisiva. «L’assenza di un giocatore come Totti per noi è importante, la pausa per le Nazionali toglie sempre energie e loro sono messi peggio di noi sotto questo profilo, ma non credo che troveremo una Roma al di sotto delle aspettative. Hanno tanta qualità, soprattutto nel reparto avanzato. Nonostante le assenze, sono molto temibili: Gervinho, Destro, Ljajic e Iturbe vanno tenuti d’occhio».

 

740_STEN5207-copy

 Guglielmo Stendardo mercoledì sera a Oriocenter accolto da tantissimi tifosi

Tre pareggi prima della sosta. Formazione ancora da definire. Prima della sosta, per l’Atalanta sono arrivati tre pareggi consecutivi, la squadra non entusiasma ed è proprio Stendardo a confermare con grandissima schiettezza che qualcosa da risolvere c’è. «Il cammino dell’Atalanta fino a qui non è stato positivo, lo dicono i numeri che alla fine schiacciano sempre le parole. Abbiamo tante cose da migliorare, fortunatamente nelle ultime uscite si è visto un approccio ed un furore agonistico giusto, sono cose che ad una squadra come la nostra non devono mai mancare. Soprattutto contro le grandi. Mi auguro di ritrovare un’Atalanta con la stessa grinta ma con più qualità in fase offensiva e nelle ripartenze». La formazione è ancora da definire, Colantuono però potrà finalmente contare nuovamente sul Papu Gomez. Stendardo, prima di concedersi ai tifosi per fotografie e autografi, racconta come vede in allenamento il numero 10 argentino e sottolinea come certe assenze, per l’Atalanta, siano difficilissime da sostenere. «Gomez sta molto bene, il suo ritorno è molto importante per noi e nonostante il problema che l’ha tenuto fuori, siamo consapevoli che ci possa dare molto. Senza Bonaventura, con l’infortunio di Estigarribia e lo stop di Gomez il nostro avvio di stagione è stato difficoltoso ma credo che sia importante guardarsi dentro con grande umiltà e cercare di migliorare. Sempre».

Stendardo da ex laziale vuol fare lo "sgambetto" ai giallorossi. L’ultima battuta il difensore campano la regala pensando agli amici laziali che in questi giorni gli hanno chiesto uno sgambetto alla “Maggica”. I trascorsi biancocelesti aggiungono motivazioni ad un giocatore che dalla gara con il Napoli in avanti ha sempre giocato dal primo minuto e che non ha nessuna intenzione di mollare il posto. «Da ex-laziale – conclude Stendardo - ci tengo particolarmente a fare molto bene, tanti amici mi hanno scritto dalla Capitale per incoraggiarmi ed è ovvio che dall’altra parte del Tevere ci sia sempre tanta voglia di vedere la Roma faticare. Spero di contribuire ad una gara importante soprattutto per l’Atalanta, ma anche per gli amici laziali».