Atalanta
Le pagelle

Il migliore è Muriel ma gli applausi sono da condividere: buoni voti per tutti

Tante prestazioni positive in una gara in cui la condizione dell'avversario non può essere ignorata nella valutazione complessiva. L'Atalanta ha fatto vedere comunque di esserci

Il migliore è Muriel ma gli applausi sono da condividere: buoni voti per tutti
Atalanta 09 Gennaio 2022 ore 18:49

di Fabio Gennari

Tante indicazioni positive, una gara condotta in costante controllo e una vittoria in cui la vetrina se la prendono parecchi giocatori diversi.

Musso 6,5: bella parata su Pussetto al 13’ (ma era fuorigioco), si ripete in tuffo al 35’ su Deulofeu che con il destro cerca l’angolino e chiude la prima frazione bloccando la punizione del numero 10 dei padroni di casa senza affanni. Il gol del 3-1 è una sfortunata deviazione di Djimsiti che lo beffa, nel finale Beto lo buca ancora ma non ha colpe.

Toloi 6,5: nella prima frazione di gioco Deulofeu lo mette un paio di volte in difficoltà sulla corsa ma lui se la cava con mestiere e sventa ogni pericolo. Molto attento anche nella ripresa, buona prova.

Palomino 7: prima sbavatura al 35’ con Dulofeu che sbatte su Musso, per il resto un grande primo tempo e fino alla fine della partita una lotta continua con il miglior giocatore a disposizione dell’Udinese, ovvero Beto. Il gol del numero 9 di casa nel finale non sposta la valutazione.

Djimsiti 6,5: attento e preciso nelle diagonali e nelle chiusure, sfortunato nella deviazione che al 59’ buca la porta di Musso ma complessivamente autore di una bella partita. (90’ Cittadini sv: esordio in serie A senza tempo per prendere voto)

Maehle 6,5: fino ai 30 metri avversari fa tutto molto bene, fino al riposo gli manca davvero solo lo spunto finale e nella ripresa cresce proprio in quel dettaglio trovando il primo gol in serie A con la maglia dell’Atalanta.

De Roon 6: ammonito alla fine del primo tempo, lascia il campo sullo 0-3 con la squadra in pieno controllo della situazione. Buona prestazione al servizio della causa. (46’ Pessina 7: entra con il piglio giusto quando la partita è praticamente finita ma è bravo a calarsi nella sfida con lo spirito dei giorni migliori. Chiude con il gol del 2-6).

Koopmeiners 6,5: per tutto il primo tempo cerca (con successo) di tessere la tela del gioco nerazzurro e i compagni lo cercano molto. Si vede meno nella ripresa ma solo perché entra in modalità “gestione”. Intelligente e sempre più importante.

Pezzella 7: suo il cross sporcato da cui nasce il vantaggio, entra anche nel gol del 3-0 (sinistro rimpallato, raccolto da Malinovskyi).  Complessivamente gioca una gara molto attenta anche in difesa. (73’ Hateboer 6,5: entra bene e nel finale serve a Maehle il pallone del 2-5).

Pasalic 7: sblocca il risultato al 17’ su cross deviato di Pezzella anticipando De Maio, è un lampo in un primo tempo con tante altre cose fatte molto bene. (73’ Miranchuk 7: subito in partita con il lancio per Muriel che insacca il 4-1, suoi i due veli sui gol dei terzini. Perché farlo partire?).

Muriel 7: raddoppia al 22’ con un bel sinistro preciso all’angolino, segna il 4-1 appoggiandosi sul palo più lontano. Sono due lampi in una prestazione di certo non da urlo ma si tratta di marcature insaccate in momenti importanti della gara. (79’ Ilicic sv)

Malinovskyi 6,5: serve a Muriel il pallone da cui nasce il raddoppio, segna il 3-0 con un sinistro preciso a rimorchio dell’azione offensiva che chiude il primo tempo, la sua gara potrebbe essere da 8 in pagella se dei numerosi palloni che tocca e cerca di giocare in avanti non ne sbagliasse così tanti. Gara comunque positiva.

All. Gasperini 7: sceglie una squadra logica (Demiral è diffidato) e il primo cambio è in sicurezza (de Roon ammonito), per il resto la squadra è superiore all’Udinese di questo momento e a parte un paio di sbavature la vittoria non è mai in discussione.