Toloi, Masiello e Freuler che spina dorsale, ragazzi!

Toloi, Masiello e Freuler che spina dorsale, ragazzi!
27 Gennaio 2018 ore 21:10

Toloi davanti a tutti e poi tantissime buone prestazioni per una squadra che vince con pieno merito in trasferta e continua a segnare molto nonostante qualche errore di troppo nella fase conclusiva. L’Atalanta è una squadra fantastica e adesso tocca alla Juve. Avanti senza paura.

 

 

Gollini 6: nessun intervento nel primo tempo, un paio di uscite dovevano essere un po’ più decise, ma fino al riposo la sua gara è quasi soporifera. In avvio di secondo tempo, Politano si ferma sul palo (47’), per il resto non deve quasi mai intervenire e sul palo di Matri è ancora reattivo e presente.

Toloi 8: ottimo primo tempo, si spinge in avanti con perfetto tempismo e nel complesso non rischia mai contro un brutto cliente come Politano. Nella ripresa un paio di diagonali sono spettacolari, chiude giganteggiando e contribuendo pure al gol del 3-0. Grande prestazione, il migliore in campo.

Palomino 7: Nei primi 45’ minuti Falcinelli è quasi disperato perché in ogni circostanza in cui il pallone arriva dalle sue parti spunta un piede di Palomino a sporcare o salvare il pericolo. Secondo tempo un po’ più complicato, ma sempre in controllo.

Masiello 7,5: parte bene in fase difensiva, al 30’ è bravo ad insaccare di testa il suo secondo gol stagionale in campionato e per tutta la partita giganteggia in difesa assieme ai compagni.

 

 

Castagne 7: parte con grande vivacità, nelle distanze e nei movimenti in uscita deve limare qualcosa, ma ha spinta e generosità e finisce per mettere sempre in difficoltà l’avversario.

Freuler 7,5: primo tempo di grandissimo livello, è ovunque e si conferma quasi insuperabile quando al suo fianco c’è de Roon a condividere gli sforzi. Giocatore sempre più imprescindibile.

De Roon 7: torna titolare dopo la squalifica con il Napoli e si vede, è bravo in entrambe le fasi e prende mezzo voto in meno di Freuler solo per qualche passaggio di troppo non chiuso al meglio.

Gosens 6,5: intraprendente fin dalle prime battute, arriva spesso sul fondo e le combinazioni con Ilicic sono sempre molto pericolose. Esce nel finale lasciando un’ottima impressione: se gioca così, Spinazzola può tranquillamente recuperare con calma (73’ Hateboer 6,5: buon finale di gara in spinta sulla sinistra).

 

 

Cristante 7: avvio in sordina, non combina chissà cosa, ma è sempre nel vivo del gioco. Nella ripresa sale in cattedra, al 65’ gli viene annullato un gol per fuorigioco di Petagna, ma all’83’ trova ancora il pertugio giusto e stavolta il 2-0 è regolare (90’ Mancini sv).

Cornelius 6: prima occasione da due passi al 6’ sul fondo di poco, si ripete all’11’ e cerca l’assist in mezzo, salvato da Acerbi, ma il suo primo tempo è un po’ pasticciato. Nella ripresa parte bene, il suo quarto d’ora di lotta è positivo e anche se non si rende più pericoloso strappa la sufficienza (60’ Petagna 6: come il compagno, cerca di dare respiro in avanti e per poco trova anche la rete: Consigli dice di no, ma lui c’era).

Ilicic 7: molto vivace fin dai primi minuti, al 21’ costringe Consigli alla parata a terra con un gran sinistro e al 30’ mette sulla testa di Masiello la palla del vantaggio. A inizio ripresa fallisce il raddoppio solo davanti a Consigli (48’), al 64’ il portiere del Sassuolo gli alza in angolo una punizione molto insidiosa e nel finale da terra fa nascere il gol di Cristante. Giocata e lampi da campione.

 

 

All. Gasperini 7,5: ne cambia 5-6 rispetto al solito ma la squadra continua a giocare come abbiamo sempre visto e i risultati si vedono. Ora dateci la Juve, quelli che hanno riposato certamente daranno una grande mano per una notte che tutta la città vuole far diventare storica.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia