I tormenti del Papu Gomez e le info della polizia tedesca

I tormenti del Papu Gomez e le info della polizia tedesca
12 Febbraio 2018 ore 11:21

Inizia la settimana di Borussia Dortmund-Atalanta. Non è una gara come le altre, non è solo una partita di calcio: è l’appuntamento con la storia di un popolo intero, quello della Dea. Nel giorno del ventunesimo anniversario della tragica scomparsa di Federico Pisani, iniziamo la marcia di avvicinamento alla partita di giovedì e lo facciamo con tre argomenti molto importanti: le condizioni di Gomez, l’obiettivo di serata al Signal Iduna Park e le preziose informazioni della polizia tedesca per tutti i sostenitori bergamaschi.

 

 

I tormenti del Papu alla schiena. Il grande tema che anima in questi ultimi giorni i discorsi dei tifosi è legato alle condizioni del Papu Gomez. Il numero 10 nerazzurro è sceso in campo l’ultima volta lo scorso 30 gennaio contro la Juventus nella semifinale di andata di Coppa Italia. Il calciatore argentino aveva saltato la precedente sfida esterna con il Sassuolo e successivamente ha lavorato quasi sempre a parte per un fastidio alla schiena che lo sta condizionando. Venerdì scorso, prima della rifinitura in vista di Crotone-Atalanta, il tecnico Gasperini aveva confermato in conferenza stampa che il giocatore non stava benissimo (come Caldara) ma che sarebbe stato convocato. L’assenza dalla lista dei disponibili per la trasferta in Calabria e il lavoro personalizzato cui il giocatore è stato sottoposto anche alla ripresa dei lavori a Zingonia di domenica mattina lasciano diversi dubbi in vista di Dortmund. Ci sarà giovedì? Il lavoro continua e la speranza è che tutto si possa risolvere per avere anche lui a disposizione al Westfalenstadion.

Cosa aspettarsi dalla serata di Dortmund. Vincere in Germania sarebbe sicuramente il risultato migliore e farlo magari con tanti gol di scarto rappresenta ovviamente la speranza di tutti noi. La verità è che dentro la partita valida per i sedicesimi di finale i Europa League ci sono tante piccole grandi sfide e l’Atalanta deve ragionare sul doppio impegno senza perder il contatto con la realtà: l’obiettivo è passare il turno e, a dirla tutta, potrebbero anche bastare due pareggi. Analizzando in modo freddo e razionale la gara di giovedì, la cosa in assoluto più importante che l’Atalanta deve provare a fare è tenere aperta la qualificazione in vista della sfida di ritorno in programma a Reggio Emilia giovedì 22. Vincere (ovviamente), pareggiare o anche perdere di misura magari segnando almeno un gol sarebbe importante, i nerazzurri dovranno essere bravi nella gestione delle emozioni all’impatto con lo stadio dei gialloneri, resistendo all’avvio di gara della squadra di casa. Il Borussia Dortmund non è imbattibile, quindi andiamo a giocarcela con grande fiducia.

 

 

Le informazioni della polizia per i tifosi. Dopo aver parlato del Papu e delle speranze per la gara di giovedì, chiudiamo con qualche importante informazione per i tifosi che saranno al seguito della squadra a Dortmund. La polizia tedesca ha preparato un documento (qui sopra allegato) in cui fornisce alcune importanti indicazioni per gli oltre cinquemila bergamaschi attesi in Germania per la partita di giovedì alle 19. Sono vietati fuochi d’artificio, la polizia sottolinea che non si possono usare né allo stadio né in tutti gli spazi pubblici. Dal punto di vista logistico, considerando che i voli charter atterreranno a Colonia con trasferimento in bus a Dortmund, la polizia comunica che il punto di ritrovo per tutti i sostenitori orobici è nel parcheggio A7, praticamente dietro al settore ospiti. Non è possibile con i bus arrivare in centro e fare tappa prima di andare allo stadio, nella “fan zone” sarà possibile mangiare e bere a pochi metri dai cancelli che apriranno alle 16.30. Il documento ufficiale parla anche dei percorsi consigliati per i tifosi e di come l’uso della metropolitana sia gratuito per chi è in possesso del biglietto stadio.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia