Tutte le voci di mercato: tanto fumo e poco arrosto

Tutte le voci di mercato: tanto fumo e poco arrosto
19 Agosto 2014 ore 10:13

Il calciomercato si chiuderà ufficialmente lunedì 1 settembre alle ore 23. Restano dunque 14 giorni per completare le operazioni, per molte squadre di serie A sono in programma due gare ufficiali (compreso il Terzo Turno di Tim Cup) e tutte avranno tempo per i ritocchi sul filo di lana dopo la prima giornata che si giocherà nel week-end del 30 e 31 agosto.

L’Atalanta non ha bisogno di fare acquisti, il gruppo è molto ben assortito, ma esigenze di bilancio mettono i dirigenti in attesa di acquirenti per uno (o forse due) giocatori. Suggestioni giornalistiche e mezze voci rischiano di far perdere l’orientamento anche al tifoso più equilibrato. Proviamo a mettere ordine analizzando la situazione dei giocatori più chiacchierati.

Giacomo Bonaventura (classe 1989, valore di mercato 10 milioni di euro) – Il talentino di San Severino Marche è in forma smagliante. In precampionato ha dimostrato che è al 110% con la testa nel progetto Atalanta, Colantuono non prescinde da lui. La Fiorentina lo ha sondato, ma se non cede Cuadrado è al palo. Il colombiano sembra non interessare più al Barcellona, i blaugrana hanno acquistato dal San Paolo l’esterno Douglas per 8 milioni, arriverà tra 12 mesi. Il Manchester United, secondo la stampa britannica, starebbe pensando ad una offerta di 120 milioni di euro per il centrocampista del Real Madrid Di Maria e, a quel punto, 40 milioni per la Fiorentina sarebbero troppi. Se non spuntano offerte, reali e concrete, di almeno 7-8 milioni dall’estero il numero 10 è destinato a restare.

Luca Cigarini (classe 1986 – valore di mercato 8 milioni di euro) – Con Baselli ai box, almeno fino alla sfida con il Verona il regista emiliano resterà a Bergamo. Il Sassuolo è vigile, ma l’unica offerta concreta è quella di circa 6 milioni già rifiutata alcune settimane fa. Kurtic potrebbe essere una pedina di scambio, la Dea però ha bisogno di monetizzare e, a meno di un centrocampista di valore già bloccato e disposto ad attendere fino alla fine del mercato (Donadel non è un nome plausibile), Cigarini resta all’Atalanta. E’ pensabile che l’Atalanta si privi, nelle ultime ore di mercato, di un giocatore di quel livello? Con la possibilità di riaprire la campagna abbonamenti per altre 3 settimane, i Percassi cedono Cigarini al Sassuolo il 1 settembre? Le risposte, conoscendo il progetto e la serietà dei vertici orobici, sono scontate. A meno di scossoni clamorosi (quindi un’offerta vicinissima ai 10 milioni di euro richiesti), Cigarini e Baselli saranno a disposizione anche in questo campionato.

Maxi Moralez (classe 1987 – valore di mercato 5 milioni di euro) – Nell’amichevole contro il Chievo Stefano Colantuono ha schierato titolare il piccolo argentino. Con Denis l’intesa è ormai rodata, ma c’è Boakye che scalpita e, se arrivasse un’offerta, la sua partenza potrebbe andare in porto. Nelle scorse settimane sono circolate voci di interessamenti di Palmeiras (Brasile) e River Plate(Argentina), il giocatore è in scadenza nel 2016 e in Sudamerica ha mercato. Che sia lui il big a lasciare Bergamo? Nel caso di cessione, la Dea potrebbe puntare il polacco dell’Udinese Zielinsky (classe 1994).

 

8 foto Sfoglia la gallery

 

Andrea Consigli (classe 1987 – valore 8 milioni di euro) – E’ probabilmente il giocatore più “coperto” in caso di partenza, vista la presenza di Marco Sportiello. Sulle sue tracce radiomercato segnala il Napoli, ma i partenopei ora sono concentrati sul preliminare di Champions League e sugli acquisti a centrocampo (in arrivo De Guzman e Fellaini). La voce nuova riguarda il Sassuolo che ha estrema necessità di sostituire Pegolo (grave infortunio alla tibia) e ha difficoltà serie per arrivare a Storari della Juventus. In caso di partenza, si parla di Sorrentino del Palermo, ma anche se il portiere ha affetti importanti in provincia (la compagna e due figlie piccole sono di Scanzorosciate) diventa difficile immaginarlo lontano da Palermo (dove giocherebbe titolare in A a 35 anni) per venire a fare da chioccia a Sportiello. Più facile per lui un futuro da secondo di Buffon alla Juventus. Situazione da monitorare con attenzione.

Davide Brivio (classe 1988 – valore di mercato 2 milioni di euro) – Un terzino sinistro è in esubero, lui è un classe 1988 ed è circolata la voce che sarebbe vicino al Palermo. I siciliani giocano con il 3-5-2, Brivio a Lecce con quel modulo ha dimostrato ottime cose e potrebbe anche decidere di accettare le avances rosanero in considerazione che la concorrenza di Lazaar (classe 1992, nazionale del Marocco) non pare spietata. Il giocatore attende sviluppi, anche in questo caso la prossima settimana sarà decisiva.

Guglielmo Stendardo (classe 1981 – valore di mercato 800mila euro) – Secondo il quotidiano ligure “Il Secolo XIX” la Sampdoria vorrebbe puntare su di lui come rinforzo d’esperienza. Stendardo a Bergamo avrà molta concorrenza, sono arrivati Biava e Cherubin oltre a Benalouane che verrà schierato centrale quindi l’ipotesi di una partenza non è da escludere. L’operazione non porterebbe plusvalenze, ma un risparmio sull’ingaggio certamente importante.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia