Atalanta
Fissate le date

Uefa, definiti i tempi della prossima Champions: gironi in soli 57 giorni causa Mondiali

In vista della prossima stagione, il massimo organismo del calcio europeo ha definito il calendario di tutti gli impegni delle coppe in programma

Uefa, definiti i tempi della prossima Champions: gironi in soli 57 giorni causa Mondiali
Atalanta 04 Gennaio 2022 ore 08:30

di Fabio Gennari

Da 86 a 57: la differenza è decisamente importante. Parliamo dei giorni in cui si svolgerà la Champions League 2022/23 rispetto a quella in corso e dalla quale l'Atalanta è stata eliminata per mano del Villarreal. La Uefa, nelle scorse ore, ha definito il calendario degli impegni continentali programmati per il 2022 e considerando i Mondiali in Qatar (21 novembre-18 dicembre 2022) è chiaro che tutta la programmazione aveva bisogno di essere ridefinita.

In questa stagione, la prima fase della Champions League è iniziata il 14 settembre ed è terminata il 9 dicembre (proprio con Atalanta-Villarreal, spostata di un giorno per neve). Parliamo di 86 giorni per la disputa delle gare dei gironi eliminatori. La prossima edizione sarà invece "incastrata" tra il 6 settembre e il 2 novembre: in totale, le gare delle 32 squadre qualificate si giocheranno in appena 57 giorni, per permettere di cristallizzare la lista delle qualificate agli ottavi di finale prima della disputa del Mondiale.

Si tratta di una decisione importante, perché costringerà le formazioni partecipanti a rivedere i propri programmi di lavoro rispetto a quest'anno. La speranza è che l'Atalanta possa essere di nuovo protagonista, ma anche se il futuro dovesse riservare "solo" una partecipazione all'Europa League o alla Conference League, non ci sarebbe nessuna differenza: invece che al martedì o al mercoledì si scenderebbe in campo al giovedì durante le stesse settimane.

In dettaglio, il calendario prevede due partite a settembre (6-7 e 13-14 i giorni scelti), tre a ottobre (4-5, 11-12 e 25-26), con la sesta e decisiva giornata fissata per l'inizio di novembre, ovvero i giorni 1 e 2 del mese. In pratica, dopo le prime due partite è previsto solo uno stacco di un paio di settimane prima del tour de force di ottobre, che prevede gare ogni settimana fino alla fine dei gironi. Qualcosa di simile venne proposto nell'autunno 2020, quando la pandemia fece giocare in appena 50 giorni le gare dei gironi (20 ottobre-9 dicembre), con i calendari nazionali adattati in base ai bisogni europei.