Atalanta
Il punto sulla classifica

Verso Udine: gli incroci maledetti con le liguri e una classifica che resta ottima

Qualche passo falso è stato commesso, ma ci sono tanti motivi per essere fiduciosi e puntare sempre in alto

Verso Udine: gli incroci maledetti con le liguri e una classifica che resta ottima
Atalanta 19 Gennaio 2021 ore 09:30

di Fabio Gennari

L'Atalanta 2020/21, quella che ha vinto in casa del Liverpool e dell'Ajax superando il turno in Champions League regalandosi il Real Madrid negli ottavi di finale, ha uno score incredibilmente negativo contro le squadre liguri di Serie A. Tra Sampdoria (sconfitta per 3-1), Spezia (0-0) e Genoa (0-0), i bergamaschi sono riusciti nella singolare impresa di non battere nessuna delle tre, segnando appena un gol (su rigore, tra l'altro dubbio) e restando al palo per ben due volte.

Due punti su nove per una formazione che vuole andare ancora in Champions League non sono uno score positivo, per niente; è vero che poi contano i punti che si hanno in classifica, ma giocando pure due gare su tre a Bergamo il saldo è decisamente lontano da quello ipotizzato. Nel girone di ritorno, Sampdoria, Spezia e Genoa dovranno essere gare dall'esito molto diverso se si vuole davvero puntare in alto.

Detto questo, la classifica in vista della trasferta di Udine (mercoledì 20) resta comunque positiva. Nelle prime otto posizioni della graduatoria ci sono squadre raccolte in una manciata di punti e il recupero contro i friulani rappresenta una grande occasione. Come al solito, delle formazioni pericolanti bisogna diffidare (mister Gotti è a forte rischio esonero), ma i numeri sono chiari.

Con un successo nel recupero della Dacia Arena, l'Atalanta si porterebbe a 35 punti eguagliando il record di Gasperini con la Dea nella prima parte del campionato e avendo ancora una gara da disputare nel girone d'andata, quella contro il Milan capolista di sabato 23. A quella quota, i bergamaschi si troverebbero al terzo posto e indipendentemente dal risultato di Juventus-Napoli, altra gara da recuperare in Serie A ma non ancora "infilata" in calendario, resterebbero nelle prime quattro. Quindi in Champions League.

Girare a metà campionato con una posizione di questo tipo, avendo già in tasca l'affascinante sfida al Real Madrid e con la prospettiva, la prossima settimana, di giocarsi le semifinali di Coppa Italia contro la vincente di Lazio-Parma, rappresenta una situazione che tutti i tifosi avrebbero firmato all'inizio del campionato. Senza ombra di dubbio.