posizioni diverse

A Cologno niente più cartelli in bergamasco. Il gruppo leghista del paese chiede spiegazioni

La questione è stata discussa nell'ultimo consiglio comunale. La sindaca: «Non siamo contro, ma abbiamo preferito quelli in italiano»

A Cologno niente più cartelli in bergamasco. Il gruppo leghista del paese chiede spiegazioni
Pubblicato:
Aggiornato:

A Cologno al Serio sono scomparsi i cartelli stradali con le scritte in bergamasco. E non torneranno.

Marco Picenni del gruppo Lega del paese ha quindi chiesto spiegazioni sul perché di questa scelta dell'Amministrazione guidata da Chiara Drago.

La domanda, come riportato dai colleghi di Prima Treviglio, è stata discussa nell'ultimo consiglio comunale, quando il consigliere leghista ha spiegato: «Abbiamo notato all'inizio del mese scorso la rimozione dei cartelli operazione che è avvenuta sia all'ingresso da Morengo, che in tutti i punti di accesso al Comune. Ci siamo chiesti qual è il motivo di tale decisione. A fonte anche del Codice della strada che prevede l'utilizzo di questi cartelli».

«Non siamo contrari, ma...»

La sindaca ha quindi risposto: «La Polizia locale sta effettuando degli interventi di manutenzione e sostituzione della cartellonistica stradale in paese che è deteriorata. In tale contesto si è proceduto così alla rimozione di diversi cartelloni stradali tra i quali quelli di accesso al paese e al centro storico. La nostra Amministrazione non è contraria a priori alla cartellonistica in bergamasco che è rimasta al suo posto per i precedenti otto anni di Amministrazione».

Rischio di strumentalizzazione

Aggiunge: «Semplicemente quando si è proceduto alla sostituzione dei cartelli si è optato per quelli in lingua italiana. Riteniamo che sia importante preservare e tramandare la conoscenza del dialetto e lo abbiamo dimostrato organizzando diverse iniziative a tal proposito. Inoltre i cartelli stradali in bergamasco sono stati spesso associati  ad una strumentalizzazione politica e noi non vogliamo fare un uso strumentale del dialetto».

Commenti
Massimo

Dovrebbero spiegare perché han buttato soldi nostri in cartelli scritti in dialetto.

Maurizio dotti

Il dialetto bergamasco è stato il nostro modo di comunicare x tanto tempo. Non vedo il perché creare discussioni politiche. Che la giunta comunale affronti problemi +importanti e sono tanti.

Giuseppe Boschini

Per me quella dei cartelli in dialetto e' una emerita cagata

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali