È costata 700mila euro

A Filago è stata finalmente inaugurata la nuova biblioteca, intitolata a Ermanno Olmi

La cerimonia ufficiale domenica 5 settembre. I cittadini avranno un nuovo spazio dedicato alla cultura e alle attività sociali

A Filago è stata finalmente inaugurata la nuova biblioteca, intitolata a Ermanno Olmi
Attualità Ponte San Pietro e Isola, 07 Settembre 2021 ore 15:28

di Mattia Cortese

Un caldo e sereno pomeriggio ha accompagnato, domenica 5 settembre, l'inaugurazione ufficiale della nuova biblioteca comunale di Filago, intitolata a Ermanno Olmi e situata in piazza Dante. Un gesto molto apprezzato dalla stessa figlia del regista, Elisabetta, che ha scritto all'Amministrazione per ringraziarla della decisione, presa insieme alla Commissione Pro Cultura locale che ha collaborato nell'organizzazione dell'evento.

4 foto Sfoglia la gallery

Alle ore 16 c'è stata l'apertura della cerimonia ufficiale, con il concerto della banda Sant'Eurosia di Chignolo D'Isola. In seguito, alle 16.50, ha avuto luogo l'inaugurazione vera e propria, con il taglio del nastro, il discorso del sindaco Daniele Medici e la benedizione dei locali interni della biblioteca. Infine, alle 17.15, è stata data ai filaghesi la possibilità di visitare la struttura: sono stati accolti al piano terra dall'area attrezzata per i più piccoli e lo spazio per il bibliotecario, mentre al primo piano hanno trovato l'area studio, che avrà anche funzione di sala conferenze, illuminata dall'ampia vetrata che sostituisce interamente, lì come al piano di sotto, la precedente facciata in muratura.

La nuova biblioteca è stata creata grazie al recupero dall'ex Casa del Littorio, costruita nei primi anni Quaranta, che diventò poi sede dell'Enal (Ente nazionale assistenza lavoratori) e negli anni Settanta fu adibita a magazzino comunale. La riqualificazione è stata radicale, con dei lavori iniziati a fine 2018 e terminati negli ultimi mesi del 2019, poi l'emergenza Covid ha fatto slittare l'inaugurazione fino a oggi. Un investimento da parte del Comune pari a settecentomila euro, presi dall'avanzo di amministrazione. Successivamente, lo sconto del 22 per cento da parte della ditta appaltante aveva permesso di utilizzare la somma risparmiata per comprare e montare gli arredi moderni presenti all'interno dell'edificio.

«Un grazie a tutti per la vicinanza, un pezzo di storia e vita filaghese continua in modo nuovo - ha dichiarato il primo cittadino -. Teniamo vivo il ricordo di chi ha dato vita a questi luoghi: quello di tutte le persone del circolo Enal di Filago, le loro gite sociali, le famiglie che ci hanno vissuto lavorando. Un ringraziamento anche a mio padre Marco, dal cui generoso ruolo di presidente dell'Ente ho colto una lezione di vita».