Attualità
La denuncia di un lettore

Al parcheggio di Piazza della Libertà non va la piattaforma per disabili, ma nessuno se ne occupa

«Al numero verde dell'assistenza non ci hanno risposto e alle casse non c'era personale». Contattato anche il Comune affinché intervenga

Al parcheggio di Piazza della Libertà non va la piattaforma per disabili, ma nessuno se ne occupa
Attualità Bergamo, 15 Giugno 2022 ore 15:54

di Marta Belotti

Gli ascensori del parcheggio di Piazza della Libertà a Bergamo non arrivano al piano terra, ma si fermano un livello sotto l’altezza della strada e per sbucare davvero alla luce del sole è necessario salire ancora una trentina di gradini. Forse, in ritardo a qualche appuntamento, accaldati dal mix di traffico e sole estivo o semplicemente con la testa fra le nuvole nelle proprie serate libere a spasso per Bergamo, i più non si sono mai accorti dell’ostacolo che quel dislivello può rappresentare.

Sono proprio questi ultimi gradini, come ci ha segnalato Romano Canova, a creare un problema non di poco conto: «Venerdì 10 giugno ero con mio padre a Bergamo e ho parcheggiato in piazza della Libertà, il parcheggio più centrale. Tutto bene fino a quando, dato che mio padre ha le stampelle e salire le scale è diventato davvero difficile per lui, abbiamo deciso di provare a usare l’apposita piattaforma per disabili. Nulla da fare, non funzionava».

Così Romano Canova e il padre hanno deciso di provare a insistere, chiamando l’assistenza al numero verde e, fallito anche questo tentativo, hanno provato a rivolgersi alla cassa. Anche lì non hanno trovato nessuno ad aiutarli, calcolato che spesso, essendoci le macchinette per i pagamenti automatici, il personale è assente. «Non è possibile che un parcheggio di quelle dimensioni, in pieno centro, a un prezzo così alto non offra servizi di base e non riesca a garantire l’accessibilità a tutti, senza discriminazioni», rimarca Canova.

A neanche un minuto dal Tribunale, forse due o tre dal Sentierone e dalla Camera di Commercio, a soli cinque dal Teatro Donizetti e poco più dalla stazione della funicolare di Città Alta, il parcheggio di Piazza della Libertà è effettivamente una delle scelte migliori per chi vuole muoversi a Bergamo, nonostante le tariffe: due euro e venti l’ora è effettivamente altina.

Romano Canova ha scritto anche una lettera al Comune, perché, benché consapevole che il problema dipenda dai gestori privati del parcheggio, spera che l’Amministrazione possa intervenire in qualche modo. «Bergamo sta per diventare Capitale della Cultura 2023 e avere un parcheggio in centro che si ferma qualche metro sotto terra non è cosa pensabile. A memoria, tutti gli altri parcheggi funzionano bene, hanno ascensori che portano fino a livello della strada. Non va bene che una persona con delle difficoltà debba essere costretto a cambiare parcheggio perché mancano i servizi base che garantiscono l’accessibilità».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter