sostegno a famiglie e pensionati

Ambito di Bergamo: 187 mila euro di aiuti per i canoni di locazione. Come fare richiesta

Chi è interessato può presentare domanda da venerdì 30 luglio fino al 30 novembre, esclusivamente sul sito del Comune di Bergamo

Ambito di Bergamo: 187 mila euro di aiuti per i canoni di locazione. Come fare richiesta
Attualità Bergamo, 29 Luglio 2021 ore 15:02

L’Ambito territoriale di Bergamo ha stanziato 187 mila euro di contributi destinati al pagamento dei canoni di locazione arretrati, o a scomputo di quelli futuri, per sostenere le famiglie o i pensionati che si trovano in condizioni di difficoltà economica.

«L'emergenza sanitaria si è trasformata in emergenza sociale e abitativa – osserva l’assessore alle Politiche sociali Marcella Messina -. Abbiamo deciso di rinnovare questa misura, grazie alla quale fino ad oggi è stato possibile aiutare 300 famiglie dell’Ambito (che comprende anche i comuni di Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone e Gorle, ndr). L’obiettivo è di sostenere coloro che vivono ancora oggi un momento di precarietà lavorativa e le conseguenze della crisi economica, che prevedibilmente non si esaurirà a breve».

Chi è interessato può presentare la domanda a partire da domani, venerdì 30 luglio, e fino al 30 novembre, esclusivamente sul sito del Comune di Bergamo al SEGUENTE LINK. Per farlo però è necessario essere in possesso di Spid o della Carta nazionale dei servizi con pin.

L’ammontare dei sostegni

Per i nuclei familiari il contributo è pari al canone di massimo quattro mensilità e non superiore ai 1.500 euro ad alloggio o contratto.

Per richiederlo è necessario:

  • non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione
  • non essere in possesso di alloggio adeguato in Regione Lombardia
  • avere un Isee ordinario e/o un Isee corrente fino a 26 mila euro
  • essere residente nell’alloggio in locazione da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda
  • aver subito una contrazione del reddito a causa dell’emergenza sanitaria

Costituisce un criterio per la concessione del contributo il verificarsi di una o più delle condizioni collegate alla crisi, quali, ad esempio: la perdita del posto di lavoro; il decesso o la malattia grave di un componente del nucleo familiare che abbia comportato un calo del reddito pari ad almeno il 25 per cento; la riduzione del reddito da lavoro.

Per i pensionati il contributo non può superare i 1.500 euro ad alloggio o contratto.

I requisiti sono:

  • non essere sottoposto a procedure di rilascio dell’abitazione
  • non essere in possesso di alloggio adeguato in Regione Lombardia
  • avere un Isee ordinario e/o un Isee corrente fino a 15 mila euro
  • essere residente nell’alloggio in locazione da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda

Per ogni ulteriore informazione e per l’assistenza nella compilazione online delle domande è possibile contattare: Agenzia per la Casa 338.8654224,  info@abitobergamo.it  da martedì a giovedì dalle 9 alle 12 per i cittadini di Bergamo; il lunedì dalle 9 alle 12 per i cittadini di Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone e Gorle.