potranno partire i cantieri

Appartamenti per famiglie in difficoltà nell'ex ospedale psichiatrico: il Comune dà l'ok

Ospiterà 12 famiglie, italiane e straniere, e altre due di "vicini solidali". Nella Cascina Serassi un centro dedicato ai bimbi, con laboratori e corsi

Appartamenti per famiglie in difficoltà nell'ex ospedale psichiatrico: il Comune dà l'ok
Attualità Bergamo, 03 Agosto 2021 ore 16:37

Il padiglione 8 dell’ex ospedale psichiatrico, in via Borgo Palazzo, verrà suddiviso in appartamenti per ospitare temporaneamente fino a quattordici famiglie in condizione di emergenza abitativa, mentre in via Serassi sorgerà un centro che organizzerà lavoratori e corsi culturali, artistici e sportivi per bambini.

Entrambi i progetti esecutivi sono stati approvati la scorsa settimana dalla giunta comunale e saranno finanziati dall’Unione Europea grazie a un bando che ha messo a disposizione di Palazzo Frizzoni 5 milioni di euro per iniziative di contrasto alla povertà educativa infantile e alla segregazione spaziale.

Con l’approvazione dei progetti, il Comune può quindi avviare l’iter per l’aggiudicazione delle opere vere e proprie, avviando i cantieri tra le fine dell’anno e l’inizio del 2022.

L’intervento al padiglione 8 dell’ex ospedale psichiatrico

In via Borgo Palazzo saranno ospitate per quattordici mesi 12 famiglie, italiane e straniere, cui se ne aggiungeranno 2 di “vicini solidali”. Per questo piano di co-housing sociale Palazzo Frizzoni investirà oltre 1,6 milioni di euro, necessari a rendere agibile la struttura.

Alcuni spazi saranno riservati, altri invece saranno condivisi: per vivere nelle abitazioni ogni famiglia dovrà firmare un accordo con cui dichiarerà di contribuire alla gestione dei locali, anche con il pagamento delle utenze, di partecipare a corsi di formazione professionale, di rispettare le regole di convivenza condominiale e l’educazione civica.

Il padiglione 8 sarà ristrutturato, rispettando le esigenze di tutela storica cui il complesso è sottoposto. Il Comune interverrà per consolidare la struttura e migliorarne il comportamento sismico, mentre le unità abitative saranno ricavate demolendo e ricostruendo alcune parti strutturali. Saranno realizzati anche gli impianti per la distribuzione dell’energia elettrica, della rete telefonica, dell’acqua e per la raccolta delle acque reflue.

I 14 appartamenti saranno accompagnati da servizi comuni per il tempo libero, attività di socializzazione ed educative, oltre che da servizi di lavanderia stireria e gioco. “L’intervento sul complesso di via Borgo Palazzo - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla – si pone come obiettivo principale la lotta alla povertà e al disagio abitativo. Puntiamo a rigenerare oltre 2 mila metri quadrati».

«È un progetto che risponde in modo innovativo e non assistenziale all’emergenza abitativa – aggiunge l’assessore alle Politiche sociali Marcella Messina -, un’esigenza sempre più incalzante in questa fase, in cui molti nuclei familiari manifestano il problema di mantenimento della casa perché in difficoltà economica. Le famiglie saranno individuate dalla cooperativa Ruah e dal mio assessorato».

L’hub for kids in via Serassi

Il secondo progetto è dedicato ai più piccoli e offrirà loro proposte culturali, sportive e artistiche. In questo modo il Comune si pome come obiettivi quelli di garantire il diritto alla partecipazione sociale e di ridurre la povertà educativa infantile.

I bambini beneficeranno di borse di studio per frequentare corsi di musica, danza, pittura, oppure per partecipare a viaggi in classe. Alla gestione di questo centro parteciperanno anche le famiglie aderenti al progetto di co-housing.

L’hub verrà creato nella Cascina Serassi, grazie a un investimento di circa 1,3 milioni di euro. Verranno rifatte le coperture, ricostruiti i ballatoi e ristrutturate le delle parti danneggiate. Nei piccoli spazi esterni saranno realizzare aree gioco e spazi per le attività all’aperto.

Lo spazio centrale al piano superiore ospiterà gli spogliatoi e una sala polifunzionale adatta per organizzare attività sportive, eventi e spettacoli, mentre l’ex fienile al piano terra ospiterà i laboratori. Sempre al pianterreno si troveranno anche l’ufficio per il personale e una cucina e i servizi igienici. Infine, nella porzione ad est dell’edificio verrà collocato lo spazio per i bimbi fino ai 6 anni e un deposito per le attrezzature.

«Quest'estate abbiamo incontrato i bambini dei Cre – conclude l’assessore all’istruzione Loredana Poli -, da ottobre speriamo di poter cominciare anche a coinvolgere le scuole e gli stakeholder territoriali per scegliere le attività che saranno ospitate dalla cascina».