Attualità
Precisazione dell'Ats

Apre il punto tamponi in piazzale Alpini: domani solo per i test di fine isolamento o quarantena

Successivamente saranno avviate «anche le linee dedicate ai tamponi in solvenza, ovvero a pagamento per i cittadini»

Apre il punto tamponi in piazzale Alpini: domani solo per i test di fine isolamento o quarantena
Attualità Bergamo, 07 Gennaio 2022 ore 18:09

Aprirà domani mattina, sabato 8 dicembre, alle 9 il nuovo hub per l’esecuzione dei tamponi rapidi allestito nella tensostruttura di piazzale Alpini dall’Ats e dal Comune di Bergamo. Nel merito l’Agenzia di tutela della Salute ha specificato che «tutte le linee attive saranno destinate all’esecuzione dei tamponi a carico del sistema sanitario regionale, quindi gratuiti per il cittadino, con l’obiettivo di chiudere il periodo di isolamento e/o quarantena dei soggetti interessati».

Ciò significa che i bergamaschi che desiderano effettuare un test rapido a pagamento per ragioni diverse rispetto alla verifica necessaria a stabilire se si è ancora positivi o no al virus dovranno attendere ancora qualche giorno prima di recarsi nel nuovo punto tampone. «La decisione è stata presa per poter soddisfare quanto prima le numerose esigenze dei cittadini bergamaschi – scrive l’Ats di Bergamo - e garantire loro la più veloce ripresa delle attività lavorative e scolastiche da lunedì».

Il nuovo hub ospiterà nel complesso quattro linee distinte, senza necessità di prenotazione: due verranno dedicate ai cittadini che richiedono un tampone in regime di esenzione, mentre le altre due saranno a pagamento per tutti gli altri richiedenti (il prezzo è di 15 euro).

Il servizio, attivo tutti i giorni dalle 9 alle 17, sarà garantito grazie alla collaborazione con la Cooperativa Osa-Operatori Sanitari Associati, Humanitas Gavazzeni e con l’Avis comunale. «L’Agenzia di tutela della salute – commenta il direttore generale Massimo Giupponi - coglie l’occasione per ringraziare l’Amministrazione comunale per la collaborazione fornita a questo importante progetto, i soggetti erogatori e tutti i volontari che hanno aderito per supportare l’iniziativa».