Sostegno

Assegno unico per i figli in Bergamasca: in arrivo 60 milioni di euro

La misura ponte è prevista per le categorie escluse dall'Assegno per il nucleo familiare, a disposizione sostanzialmente dei lavoratori dipendenti

Assegno unico per i figli in Bergamasca: in arrivo 60 milioni di euro
Attualità 26 Luglio 2021 ore 14:07

L'Assegno temporaneo (At) è partito a inizio luglio: si tratta di una misura ponte per garantire risorse ai nuclei familiari con figli a carico che non rientravano nella categoria dei lavoratori dipendenti, i quali sono già beneficiari dell'Assegno per il nucleo familiare (Anf): lavoratori autonomi, coltivatori (diretti, coloni e mezzadri), disoccupati, percettori di reddito di cittadinanza e le altre categorie escluse dall'Anf.

L'At avrà validità di 6 mesi, fino alla fine di dicembre 2021, mentre a gennaio 2022 scatterà l'Assegno unico universale. Le risorse stanziate per gli assegni familiari risultano comprensive delle maggiorazioni previste per gli assegni ordinari familiari che spettano ai lavoratori dipendenti e il loro valore complessivo, in Bergamasca, è stato stimato dalla Cisl tra i 60 e i 65 milioni di euro. A livello nazionale, per le due misure sono stati previsti poco meno di 3 miliardi di euro: 1 miliardo e 390 milioni per l'Anf e 1 miliardo e 580 milioni per l'At.

Sempre secondo la Cisl, ad ogni nucleo familiare, se avente diritto, andrà una somma di 962 euro con l'Assegno temporaneo, mentre la maggiorazione dell'Assegno per il nucleo familiare, a disposizione dei dipendenti, sarà pari a 377 euro.

La domanda può essere presentata fino al 30 settembre, ha valore retroattivo da luglio e sarà valida fino a dicembre 2021. Può essere inoltrata per via telematica all'Inps oppure fatta con l'assistenza di un patronato, per la quale sarà necessario il calcolo Isee, ricordando che oltre i 50mila euro non si avrà diritto alla misura.