Controlli notturni

Atti vandalici, schiamazzi e ragazzi maleducati nei parchi a Dalmine, ecco le guardie

Il Comune, con la polizia locale e Sorveglianza italiana, ha deciso di rafforzare i controlli nelle aree verdi di Brembo, Mariano, Sabbio...

Atti vandalici, schiamazzi e ragazzi maleducati nei parchi a Dalmine, ecco le guardie
Pubblicato:

di Laura Ceresoli

Stop a schiamazzi, bivacco e atti vandalici nei parchi. È questo l'intento dell'amministrazione comunale di Dalmine che, in collaborazione con la polizia locale e Sorveglianza italiana, ha deciso di rafforzare i controlli serali e notturni in alcuni punti sensibili della città.

La prima uscita estiva ha visto coinvolte nei giorni scorsi due pattuglie con quattro guardie particolari giurate che hanno monitorato le aree verdi di Brembo, Mariano, Sabbio, hanno perlustrato il basso Brembo, la zona delle vasche.

«Questo è solo il primo di una serie di interventi sul territorio - conferma il sindaco Francesco Bramani -. Altri controlli seguiranno periodicamente a seconda delle necessità. La sinergia con Sorveglianza italiana va avanti da anni e va a implementare il servizio efficiente già svolto dalla polizia locale. Questo garantirà una maggiore percezione di sicurezza tra i cittadini. Abbiamo focalizzato l'attenzione sui parchi perché ci sono giunte alcune segnalazioni in merito a qualche episodio spiacevole messo in atto dai più giovani. Con l'arrivo dell'estate i ragazzi escono di più e, per carità, nulla di male a ritrovarsi per fare due chiacchiere. Quando, però, si degenera in comportamenti non adeguati, come il disturbo della quiete pubblica o il danneggiamento di giochi per bambini, allora è giusto intervenire per redarguirli e riportarli sulla retta via».

65523951_pattugliamenti nei parchi (6)
Foto 1 di 3
65523945_pattugliamenti nei parchi (2)
Foto 2 di 3
65523939_pattugliamenti nei parchi (5)
Foto 3 di 3

Soddisfatto anche Mirco Rossi, neo consigliere comunale della giunta Bramani nonché ex maresciallo di Sorveglianza italiana, che ha voluto seguire le operazioni in prima persona insieme ai suoi ex colleghi.

«Durante i controlli si verifica che tutto sia in ordine e quando ci si imbatte in ragazzotti che non rispettano le regole, le guardie spiegano i giusti comportamenti da assumere nel rispetto di una convivenza civile e del decoro urbano. Spesso nei parchi all'aperto sono stati beccati giovani sui giochi destinati ai bambini, rischiando così di romperli. Altri bivaccano o ascoltano musica ad alto volume sulle panchine. Alcune aree verdi della città vengono invece chiuse negli orari notturni ma molti adolescenti, non curanti, scavalcano la recinzione ed entrano comunque. Il nostro impegno sarà costante e continuerà anche nei prossimi mesi». (...)

Continua a leggere sul PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 4 luglio, o in edizione digitale QUI

Commenti
IPRC

Signor EROS buonasera, compiaciuto di sapere che esista un consigliere comunale per la sicurezza. Deduco che detta figura sia da Lei rappresentata, in questa Sua nuova veste potrà facilmente verificare che denunce, esposti e quanto è possibile fare in qualità di cittadini è stato fatto; la mia non è volontà moralizzatrice, ma rispecchia un disagio che io ed altri cittadini ormai viviamo da svariati anni a Mariano, zona Piazza Vittorio Emanuele e limitrofi. Nei contatti avuti colle istituzioni comunali e le forze dell'ordine a vario livello sono state fatte molte promesse purtroppo non mantenute, da qui l'amarezza del mio commento. Se il termine Quaquaraquà ha urtato la Sua sensibilità o si è sentito offeso me ne scuso. Per quanto riguarda l'acronimo non è volontà di nascondersi ma di tutelarmi in quanto sono stato insultato svariate volte ed ho ricevuto danneggiamenti ai miei beni privati e nel condominio nel quale risiedo; come me purtroppo altre persone hanno ricevuto lo stesso trattamento, spesso anziani che si sono molto spaventati. Stia pur certo che chi sono io lo sanno benissimo Carabinieri, Polizia Locale e Sindaco col quale ho avuto modo di interloquire sia io che altri miei vicini. Tanto Le dovevo tanto ho scritto.

EROS

il commento di "IPRC" che utilizza un acronimo e non ha il coraggio di mettere il suo nome mi fa ridere.... e poi da dei "quaraquaqua" agli altri ...che poi fino a prova contraria chi è stato eletto come consigliere comunale per la sicurezza lo è da una settimana e ha già fatto qualcosa di tangibile e concreto come riporta il servizio ...se poi il signor "IPRC" che come sembra dai suoi commenti ha l'evidenza e le prove di reati commessi da chi sa chi non deve far altro che denunciare NON nascondersi dietro a un acronimo e lanciare sentenze o accusa non verificabili...TUTTI BRAVI A FARE I MORALISTI DIETRO UNA TASTIERA... SCENDETE IN STRADA E DATEVI DA FARE COME CHI LO HA FATTO PER 30 ANNI SULLE STRADE E ADESSO SI METTE IN GIOCO ANCHE PER IL SUO COMUNE E PER I SUOI CONCITTADINI!!!

LG

Sottoscrivo come sopra, più controlli e severità il malandare in quelle zone è alle stelle!

IPRC

Da 4 anni e mezzo abito vicino a Mariano ed i gravi problemi di ordine pubblico nelle zone di Via Bergamo e le piazze adiacenti non sono mai stati risolti: fate meno chiacchere e più fatti per favore ... ad un bar di Via Bergamo che ha già ricevuto 3, DICO BEN 3, chiusure per l'ex articolo 100 (presenza di pregiudicati o di sotanze stupafecenti all'interno del locale)..... dovevano già ritirare la licenza ...... Siete i soliti Quaquaraquà !

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali