Attualità
Da giugno 2021

Bergamo pronta ad accogliere Mobilize, primo car-sharing tutto elettrico del gruppo Renault

A fare da apripista in Italia sarà il concessionario Oberti, che gestirà direttamente il servizio secondo la formula denominata “station based round trip”. Nel complesso gli utenti potranno contare su una flotta di 45 Renault Zoe E-Tech Electric

Bergamo pronta ad accogliere Mobilize, primo car-sharing tutto elettrico del gruppo Renault
Attualità Bergamo, 05 Maggio 2021 ore 16:38

di Federico Rota

Parte da Bergamo il lancio in Italia di Mobilize, nuovo marchio del primo car sharing totalmente elettrico gestito dai concessionari del gruppo Renault. A fare da apripista Oberti spa, che gestirà direttamente il servizio secondo la formula denominata “station based round trip”.

Tradotto: i bergamaschi non potranno noleggiare i 45 veicoli Zoe E-Tech Electric in punti casuali della città e abbandonare le autovetture dove capita. Bensì questa soluzione di mobilità, si contraddistingue per la necessità di riconsegnare la vettura, a fine corsa, nella stessa stazione di parcheggio in cui la si è presa, con il vantaggio di trovare sempre un posto auto. Nel complesso sono venti le stazioni di parcheggio installate nel capoluogo e nei comuni di Lallio, Seriate, Orio al Serio e Brembate. Le Renault Zoe, inoltre, saranno disponibili in qualsiasi orario o giorno della settimana.

L’operazione diventerà pienamente operativa da giugno, mese in cui gli utenti potranno scaricare anche l’applicazione con cui verificare le disponibilità, il livello di ricarica della batteria e prenotare (anche con largo anticipo, fino a 3 mesi) l’autovettura nella stazione più vicina alle proprie esigenze.

Le 45 Zoe saranno costantemente monitorate da personale dedicato, che garantirà sempre un corretto livello di ricarica della batteria, la quale offre un'autonomia massima di circa 400 chilmetri. Un’attenzione particolare sarà anche prestata all’aspetto legato alla pulizia delle vetture, visto anche il delicato contesto sanitario in cui viviamo.

La novità green

L’iniziativa è stata presentata questa mattina (mercoledì 5 maggio) in videoconferenza, trasmessa dall’aula consiliare di Palazzo Frizzoni alla presenza del sindaco Giorgio Gori, dell’assessore alla mobilità Stefano Zenoni, di Omar Oberti, legale rappresentante della concessionaria, e di Francesco Maffeis, presidente dell’azienda Fra.Mar che si occuperà della sanificazione periodica delle autovetture. In collegamento da Parigi, invece, è intervenuto Vincent Carre, car-sharing oprations director di Mobilize.

«Per Bergamo è una prima assoluta – ha evidenziato il sindaco Gori -. Renault inaugura un servizio che per la città è del tutto nuovo. Un progetto che ci fa fare un salto in avanti, sia dal punto di vista dell’alimentazione delle automobili, sia dell’utilizzo che si fa dei veicoli. Sono felice che la nostra città sia stata scelta come apripista, anche perché abbiamo l’ambizione di essere all’avanguardia anche per quel che riguarda la mobilità».

I vantaggi per chi utilizzerà il servizio Mobilize sono molteplici: parcheggi gratuiti, possibilità di transitare lungo le corsie preferenziali e libero accesso alle zone a traffico limitato. Ma ancor più significativi sono i vantaggi per la collettività: grazie all’utilizzo delle 45 Zoe elettriche in un anno si potrebbero risparmiare oltre 20 tonnellate di anidride carbonica, l’equivalente di quanto emetterebbe nell’atmosfera una flotta dello stesso numero di vetture termiche con una percorrenza media annua di 5 mila chilometri per vettura.

Le stazioni di parcheggio e il costo del servizio

Al momento della prenotazione si può già definire l’orario e il tempo di durata del noleggio. L’unica limitazione che i clienti hanno è legata all’autonomia in chilometri percorsi dalle Renault Zoe, ossia di circa 400 chilometri.

La tariffa oraria è di 10 euro, in cui sono compresi gratuitamente 50 chilometri. I clienti possono noleggiare i veicoli per un tempo minimo di mezz’ora, fino a un massimo di 7 giorni. Nel momento in cui si percorrono più di 50 chilometri, interviene una tariffa chilometrica di 20 centesimi. Inoltre, sono previsti una serie di forfait a seconda del tempo di utilizzo; ad esempio, se si prenota la Renault Zoe per quattro ore ma si supera il tetto orario e il costo di una tariffa giornaliera, pari a 50 euro, si applica quest’ultima tariffa.

Le vetture saranno riconoscibili dai marchi Mobilize e Oberti, così come anche le postazioni di parcheggio sono state studiate per essere facilmente accessibili dai potenziali clienti. Le posizioni individuate, sia in città sia nei comuni della provincia aderenti, si trovano nei principali luoghi d’interesse; ad esempio, a Bergamo, saranno presenti nelle vicinanze della stazione ferroviaria, dell’ospedale, dello stadio, della funicolare bassa, o dell’Università in via dei Caniana.

«Oberti con il partner Fra.Mar crede fortemente in questo progetto – sottolinea il legale rappresentante della concessionaria Omar Oberti -, che punta all’innovazione, all’ecosostenibilità, ma soprattutto allo sviluppo di una sharing mobility ad hoc per i cittadini, che negli ultimi anni si sono dimostrati sempre più sensibili a questi aspetti. Grazie al lavoro dai comuni per incentivare l’utilizzo di vetture a zero emissioni e il supporto nell’installazione delle colonnine di ricarica sul territorio, questo mercato si sta sviluppando sempre più velocemente. Per questa ragione abbiamo deciso di investire nel progetto e di affiancare i bergamaschi in questo percorso di transizione. Da 50 anni Oberti è al fianco dei cittadini e in questo momento di cambiamento epocale la concessionaria, con Renault, vuole essere in prima linea nell’evoluzione del mondo automotive».