Attualità
prevenzione

Campagna antinfluenzale: a Bergamo si parte con le vaccinazioni il 15 ottobre

Si inizierà dai soggetti a rischio con più di 65 anni. L'anno scorso erano stati vaccinati 220 mila bergamaschi, un record

Campagna antinfluenzale: a Bergamo si parte con le vaccinazioni il 15 ottobre
Attualità Bergamo, 22 Settembre 2021 ore 10:06

Lo aveva annunciato lunedì la vicepresidente regionale Letizia Moratti: la campagna vaccinale antinfluenzale durerà da metà ottobre a metà dicembre e sarà temporalmente sovrapposta alla fase 3 della campagna anti-Covid.

Saranno circa 220 mila i bergamaschi (record dell'anno scorso, ma l’intenzione è di superare questa cifra) che a partire dal 15 ottobre potranno essere coinvolti nelle vaccinazioni antinfluenzali. Si inizierà dai soggetti a rischio con più di 65 anni per poi passare, nell’ordine, agli over65 (in generale), ai bambini dai 2 ai 6 anni, alle donne in gravidanza, ai soggetti a rischio e agli operatori sanitari.

Le somministrazioni saranno affidate nell’80 per cento dei casi ai medici di medicina generale o ai pediatri di libera scelta, mentre per il 20 per cento alle Aziende socio sanitarie locali.

Tenendo conto della concomitante campagna anti-Covid, che prevede non soltanto il completamento della fase massiva ma anche l’iniezione delle terzi dosi aggiuntive, l’antinfluenzale verrà somministrato ad almeno 14 giorni di distanza dal momento in cui è stato ricevuto il vaccino anti-Covid.

Chiudono i centri vaccinali di Zogno e Sant’Omobono

Non saranno parteciperanno alla fase e della campagna anti-Covid gli hub di Zogno e Sant’Omobono Terme, gestiti dall’Asst Papa Giovanni XXIII, che dal 12 aprile hanno somministrato oltre 104 mila dosi di vaccino. Entrambi i centri chiuderanno all’inizio del mese prossimo: Sant’Omobono chiuderà il 2 ottobre, mentre Zogno il 4 ottobre.