Attualità
progetto da 2,3 milioni

Casa Suardi a nuovo nel 2023: ospiterà spazi culturali e l'ampliamento della biblioteca Mai

La Giunta ha approvato il progetto esecutivo che darà il via al primo lotto del progetto, in cui verranno recuperati il primo e il secondo piano

Casa Suardi a nuovo nel 2023: ospiterà spazi culturali e l'ampliamento della biblioteca Mai
Attualità Bergamo, 09 Agosto 2022 ore 15:01

Casa Suardi tornerà all'antico splendore, giusto in tempo per Bergamo e Brescia Capitali della Cultura 2023. La Giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo: prosegue così l'iter per il recupero dello storico palazzo che affaccia su Piazza Vecchia. Un progetto da 2,3 milioni di euro, in gran parte finanziato dal Pnrr; si tratta del primo lotto di intervento, che andrà a recuperare gli spazi interni del primo e secondo piano.

L'Amministrazione sta lavorando per realizzare e finanziare anche il secondo lotto, quello che si concentra su facciate e spazi limitrofi, ma (per ovvi motivi) è previsto a conclusione del 2023. Il piano terra, dove si trovano attività commerciali già documentate nel 1544, vengono riconfermate e conservate.

Casa Suardi ospiterà mostre, esposizioni e parte del patrimonio librario della Biblioteca Angelo Mai: si tratterà quindi di un vero e proprio ampliamento della biblioteca, realizzato proprio per ospitare l'archivio storico del Comune di Bergamo oltre alle principali raccolte iconografiche (cartografie, stampe, disegni, fotografie) e alcuni archivi privati, in prevalenza di architetti.

Tutto sarà allestito a scaffale aperto, che sarà possibile studiare nell'apposita sala di consultazione; disporrà, inoltre, di ampi spazi con strutture espositive, un laboratorio di restauro e un laboratorio di digitalizzazione che potranno operare in sinergia oppure al servizio di altri istituti culturali civici di Bergamo. Casa Suardi diventerà, quindi, uno scrigno di storia e cultura bergamasca.

D'altronde, anche l'edificio può vantare una storia di tutto rispetto: realizzato intono al XII secolo, negli anni ha vissuto una gran quantità di restauri e modifiche, specialmente nel corso del Novecento. Il susseguirsi di trasformazioni nei secoli – sia documentate che non – hanno comportato una profonda revisione degli spazi sia interni che esterni per necessità di adeguamento alle diverse funzioni assegnategli. Ora, in vista dell'anno culturale più importante per Bergamo, sarà l'occasione per Casa Suardi di affermarsi definitivamente.

Seguici sui nostri canali