Cambio

Città Alta, arrivano un centinaio di parcheggi per le moto lungo le Mura

L'assessore alla Mobilità Stefano Zenoni: «Saranno ricavati dai 210 stalli che diventeranno gialli, esclusivi per residenti e autorizzati»

Città Alta, arrivano un centinaio di parcheggi per le moto lungo le Mura
Pubblicato:
Aggiornato:

Ci saranno anche un centinaio di posti per parcheggiare moto e motorini, nel riassetto viabilistico previsto dal Comune per Bergamo Alta a partire dal mese prossimo.

Il 4 maggio, come annunciato dall'assessore alla Mobilità Stefano Zenoni, aprirà il Parking Fara. Dopodiché comincerà la ridefinizione dell'intera circolazione in Città Alta.

Come spiegato, il cosiddetto "scavalco" - la scorciatoia su e giù da Bergamo Alta usata dagli automobilisti per raggiungere l'altro capo della città, evitando il centro - resterà, almeno per il momento. La sua chiusura è stata rinviata alla prossima amministrazione. Toccherà alla giunta che uscirà dalle urne il 9 giugno prossimo decidere quando è come attuare una misura impopolare come il blocco dello "scavalco", utilizzato ogni giorno da circa 14700 automobilisti.

Nel frattempo, oltre alle nuove Ztl che entreranno in funzione con il Parking Fara, alle moto sarà consentito il consueto accesso  alle Mura.

Qui, gli attuali stalli a strisce blu saranno progressivamente trasformati in gialli, a disposizione unicamente di residenti e autorizzati.

Sono 210 loro riservati e serviranno a togliere le auto dalle piazze interne a Città Alta, fra cui piazza Angelini e Mercato del Fieno, come avvenuto in piazza Mascheroni e Cittadella.

Fra i nuovi stalli gialli sulle Mura ci saranno anche parcheggi per le moto. «Ne daremo qualcuno alle due ruote - ha detto Zenoni -. Considerando che un posto auto equivale a circa 4-5 posti moto, ne ricaveremo qualche decina, forse un centinaio».

Commenti
giovanni

se per i residenti o lavoratori giusto, se per aumentare ancora l'assurdo accesso delle moto anche a ztl attiva la sera e nei we, ennesima scelta scellerata e in controtendenza con tutte le nuove limitazioni imposte agli altri mezzi a motore

Marino

Troppo pochi

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali