Attualità
assistiti preoccupati

Città Alta resta senza medici? Dopo 42 anni va in pensione il dottor Lorenzo Tonello

I suoi 1.500 assistiti dovranno per forza trovarsi un nuovo medico in città bassa. Chiuderà a breve anche un altro ambulatorio

Città Alta resta senza medici? Dopo 42 anni va in pensione il dottor Lorenzo Tonello
Attualità Bergamo, 11 Dicembre 2021 ore 10:34

Anche Città Alta entrerà presto a far parte dell’elenco di quelle zone in cui la carenza di medici di base si avvertirà in modo forte e chiaro. Sabato prossimo (18 dicembre), compiuti 70 anni, dopo averne spesi 42 indossando il camice bianco e curando i propri assistiti, il dottor Lorenzo Tonello andrà in pensione.

Come dichiarato a Corriere Bergamo, Tonello avrebbe desiderato continuare ad esercitare la professione, proprio perché c’è mancanza di camici bianchi e siamo ancora in una situazione di emergenza. Lui ha manifestato la propria disponibilità all’Ats di Bergamo, ma da via Galliccioli hanno risposto picche.

Il problema, ora, è che i suoi 1.500 assistiti, quando chiuderà l’ambulatorio di via san Giacomo, accanto alla farmacia Guidetti, dovranno trovarsi un altro medico di base e la missione non sarà delle più semplici. In Città Alta, infatti, oltre al dottor Lorenzo Tonello lavorano la dottoressa Gloria Dolci, che però chiuderà l’ambulatorio in Sant’Agostino tra un paio di mesi, e il dottor Claudio Carnicelli, in Borgo Canale solo per 9 ore la settimana.

Tenendo conto che l’età media dei residenti nel borgo storico è piuttosto elevata, il timore degli assistiti di trovarsi senza un medico, o di doversi spostare di parecchi chilometri per una visita, è fondato. «Vado via malvolentieri» si è lasciato sfuggire Lorenzo Tonello, spiegando anche che alcuni dei propri pazienti sono commossi per queste ragioni. Ai quali, comunque, ha dato il proprio numero di telefono per poter essere contattato in caso di bisogno.