Attualità
Dati e percentuali

Classifica sulla qualità della vita, Bergamo bene per occupazione giovanile e aspettativa di vita

Nell'annuale report de Il Sole 24 Ore, la nostra provincia ottiene ottimi risultati in alcune categorie. Complessivamente, si piazza tra il ventesimo e il trentesimo posto

Classifica sulla qualità della vita, Bergamo bene per occupazione giovanile e aspettativa di vita
Attualità 06 Giugno 2022 ore 18:29

A Bergamo la disoccupazione giovanile è tra le più basse d'Italia. Ma ha anche le scuole più accessibili. È parte di quanto emerge nell'indagine annuale sulla qualità della vita condotta da Il Sole 24 Ore che ha come obiettivo quello di raccontare come è cambiata la mappa del benessere in base alle “risposte” dei territori alle esigenze specifiche di tre target generazionali: bambini, giovani e anziani.

Ben trentasei gli indicatori selezionati per documentare servizi e condizioni di vita e che hanno visto quest'anno cinque novità, tra cui la presenza di scuole con mense e di medici specialisti. Bergamo si difende bene, eccellendo in alcuni degli indicatori selezionati.

L'andamento dei dati al 2021, ad esempio, nell'indice della speranza di vita a 65 anni dei più anziani porta con sé il recupero delle province lombarde. In particolare proprio la nostra città, duramente colpita durante la pandemia dall'eccesso di mortalità. Bergamo eccelle però anche nel target dedicato ai bimbi, presentando ben il 53,6 per cento di “scuole accessibili”, ovvero senza barriere. È seconda solamente ad Aosta, dove gli istituti accessibili sono il 63,2 per cento sul totale.

Il capoluogo orobico si piazza al quarto posto anche nella categoria “consumo di farmaci per malattie croniche”, utilizzate per ipertensione, diabete, asma e bpco (broncopneumopatia Cronica Ostruttiva) con 166,6 unità minime farmacologiche pro capite vendute. Molto positivo il dato sulla disoccupazione giovanile. A Bergamo, la percentuale di giovani tra i quindici e i trentaquattro anni che sono disoccupati è di 4,9%, al primo posto sopra Pordenone (con 5,4%) e Cremona (5,7%).

Passando dallo specifico al generale, nelle classifiche complessive la nostra città si piazza tra il ventesimo e il trentesimo posto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter