Dal 6 luglio

Bergamaschi rimasti senza medico o con medico non operativo? Ora c'è il numero 116117

Il servizio da chiamare, gli orari e le prestazioni che potrà effettuare il dottore, tra cui consulenze, visite, prescrizioni e certificati

Bergamaschi rimasti senza medico o con medico non operativo? Ora c'è il numero 116117
Pubblicato:
Aggiornato:

Dal prossimo 6 luglio, con l'avvio della Centrale unica di Bergamo, tutti i cittadini che avranno bisogno di assistenza sanitaria non urgente negli orari non coperti dal proprio medico, così come quelli rimasti senza dottore, potranno rivolgersi al nuovo servizio di Continuità assistenziale (ex guardia medica). A rendere nota questa possibilità è oggi (martedì 2 luglio) Ats Bergamo.

Il numero e gli orari

Se infatti in quell'occasione non sarà possibile attendere la risposta del medico o pediatra di famiglia, si potrà chiamare il numero 116117, a cui risponde un servizio attivo da lunedì a venerdì dalle 19 alle 8 del giorno dopo, mentre sabato, domenica e festivi sarà disponibile per tutte le ventiquattr'ore.

Si dovrà quindi chiamare al numero indicato, senza auto-presentarsi nelle sedi ambulatoriali, perché saranno gli operatori a indirizzare i cittadini alla sede più idonea per il loro percorso di cura e in base alle risorse sanitarie a disposizione per fornire un'adeguata assistenza.

Cosa può fare il medico

Tra gli interventi che il medico indicato può effettuare, c'è la consulenza telefonica con l'eventuale supporto di videochiamata, la visita in ambulatorio o a domicilio, le prescrizioni farmaceutiche per una terapia non differibile e per coprire un ciclo di terapia, ma anche il rilascio di certificati di malattia per lavoratori turnisti, anche se limitatamente ai giorni che coincidono con le aperture della continuità assistenziale.

Quello che invece il dottore non potrà fare è effettuare ripetizioni di ricette per terapie croniche, trascrizioni di prescrizioni altri medici esterni al Sistema sanitario nazionale, prescrizioni di esami diagnostici, strumentali e visite specialistiche e rilasciare certificati di riammissione a scuola e per attività sportiva.

Commenti
un cameriere per 75mila cittadini

Quello che sta succedendo alla continuità assistenziale è pazzesco. Ogni medico lavora per tre o quattro medici contemporaneamente. Ma questo ai cittadini non viene detto. E' come se un medico di base assistesse 6mila cittadini.

LEA negati

Cittadini privati del Medico? In una regione dove c'è 1 medico ogni 185 abitanti?? La giustizia non ha ancora indagato i dirigenti per abuso d'ufficio??? Giustizia al collasso...

Michele

Beati quelli che mantengono la fede salda nel Creatore raddrizzatore di torti e grande consolatore...

Gianluigi

Sempre peggio, in questi giorni ho avuto bisogno della guardia medica per mia mamma che è allettata, dopo aver esposto il problema mi ha chiesto di portarla in ambulatorio: a quel punto ho riagganciato e chiamato il 112 che l'ha portata al Papa Giovanni dove è ricoverata per diverticolite acuta con perforazione. SE QUESTO È IL SERVIZIO TANTO ENFATIZZATO, FORSE QUALCUNO DOVREBBE CAMBIARE MESTIERE E NON AGGIUNGO ALTRO. VERGOGNATEVI.

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali