Musica, calcio e nostalgia

«Cristian nel cuore»: a Casnigo il ricordo del giovane morto di Covid a soli 34 anni

Messa al cimitero, partita di calcio, canti e suono dell'amato baghèt: un'intera comunità riunita nel ricordo di Persico

«Cristian nel cuore»: a Casnigo il ricordo del giovane morto di Covid a soli 34 anni
Attualità Val Seriana, 10 Settembre 2021 ore 15:53

di Giambattista Gherardi

La struggente malinconia dei ricordi più belli, ma anche la consapevolezza di un esempio di dedizione che continuerà a motivare l’impegno di familiari, colleghi ed amici. Giovedì 9 settembre la comunità di Casnigo ha ricordato Cristian Persico, morto a soli 34 anni nell’agosto del 2020 all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo dopo aver lottato per oltre cinque mesi contro il coronavirus. La serata è iniziata nel cimitero comunale, con la messa presieduta da don Mario Carminati, parroco di Seriate e zio di Cristian. Al suo fianco c’era l’arciprete don Massimo Cornelli e, fra i fedeli, il sindaco Enzo Poli.

3 foto Sfoglia la gallery

Ad accompagnare la celebrazione c’erano anche i suonatori di baghèt, antica cornamusa bergamasca di cui Cristian era valente suonatore. Alla comunione grazie al solista Guerino Previtali è stato eseguito l’intenso Madonna dagli occhi languidi seguito da un brano conclusivo che ha fatto da ideale trait d’union con il successivo ritrovo in oratorio.

Cristian Persico con lo zio don Mario Carminati

Qui è stata disputata la partita “Primo Trofeo Cristian Persico a.m.”, preceduta da un canto di Ligabue (molto amato da Cristian) eseguito dalla giovane cantautrice Alessia Cattaneo. I bagheter guidati da Luciano Carminati (zio di Cristian) hanno accompagnato in campo i calciatori. Da segnalare anche la presenza del “gaitero” solista Javer Iglesias Ramos, che ha proposto un brano al momento della posa di una targa ricordo nell’area interna dell’oratorio.

4 foto Sfoglia la gallery

L’epigrafe ricorderà per sempre Cristian e con lui la mamma Angioletta Carminati (morta per un malore a 58 anni durante il raduno annuale dei bagheter alla Santissima Trinità di Casnigo) e lo zio Gian Andrea Carminati, morto a soli 31 anni a causa di un ictus. Le note del brano Terremoto d'anime proposto da Alessia Cattaneo (vincitrice con esso del recente concorso ad Abbadia Lariana) hanno unito e commosso i numerosi presenti.

Gli amici di Cristian, che con lui condividevano l’impegno in oratorio e quelli nel Cai e nel Photoclub Sömeanza, hanno stretto in un abbraccio la moglie Sara Vavassori (si erano sposati nel giugno 2019), il papà Renato e tutti i familiari. In cielo sono volati palloncini bianchi e per tutti è rimasta una maglietta bianca con la scritta “Cristian nel cuore”. Il luogo dove per tutti continuerà a vivere.