Continua la battaglia

Dalla Valle del Lupo a Saore, così la Bergamo-Treviglio devasta la nostra pianura

Stezzano: «I costruttori si interessano solo dell’autostrada, a noi restano le grane». Levate: «Perderemo i terreni sia a Nord che a Sud, è inconcepibile»

Dalla Valle del Lupo a Saore, così la Bergamo-Treviglio devasta la nostra pianura
Pubblicato:

di Marta Belotti

Sguardo alzato verso il palazzo della Provincia e zaini sulle spalle. Sabato 13 aprile via Tasso si è riempita dello scampanellio di chi ha aderito alla biciclettata organizzata dal comitato “No autostrada Treviglio-Bergamo”, con partenza da Verdello e arrivo nel capoluogo. È con manifestazioni di questo tipo che i cittadini cercano di far sentire la propria voce e opporsi alla realizzazione dell’autostrada, fortemente impattante sul territorio della Bergamasca.

Il secondo incontro con Cal

Sempre in questi giorni, i Comuni toccati direttamente dal tracciato hanno invece fatto sentire la propria voce con Cal (Concessioni autostradali lombarde) in Regione. Quelli contrari all’opera in tono polemico, quelli favorevoli con parole di mediazione alla ricerca delle migliori compensazioni. Gli incontri, di carattere prettamente tecnico, si sono svolti martedì 9 aprile per Treviglio, Pontirolo e Fara Gera d’Adda, la mattina del 16 aprile per Levate, Osio Sopra, Stezzano e Dalmine e lo stesso giorno, ma il pomeriggio, per Osio Sotto, Ciserano, Verdellino (assente) e Boltiere.

«Non è questo il tipo di incontro che abbiamo chiesto - esordisce subito il primo cittadino di Osio Sotto, Corrado Quarti -. Vogliamo un confronto collettivo e di tipo politico. Dato che loro ancora non hanno convocato nulla che assomigli a questo tipo di incontro, martedì ho deciso di presentarmi ribadendo nuovamente questa richiesta. Sono consapevole che non fosse la sede opportuna, perché la riunione convocata in Regione era di aspetto tecnico, ma ora basta. Vogliamo un confronto anche con l’assessore regionale. Noi, come Comuni del no, faremo di tutto per bloccare quest’opera».

Stezzano: ancora più traffico

Su questo punto concorda anche Stezzano, per il quale era presente in riunione Paolo Crippa, assessore allo Sviluppo del territorio e sue risorse, insieme alla responsabile dell’Ufficio tecnico. «Abbiamo innanzitutto ribadito la nostra contrarietà generale all’opera - spiega Crippa -. Successivamente, ci siamo soffermati a far presente i problemi specifici di Stezzano. Questa autostrada crea per noi una grandissima incognita sulla gestione del traffico».

Il casello dell’autostrada sarà infatti nel territorio di questo paese, nella zona del centro commerciale Le Due Torri, al confine con Dalmine (frazione di Guzzanica). «Le auto non arriveranno a Bergamo, diversamente da quanto suggerisce il nome - continua Crippa -. Si bloccheranno a Stezzano. E da qui come faranno ad arrivare al capoluogo o a immettersi sulla A4? Dovranno passare per la rete viaria già esistente. Questo è un grave problema. Attualmente, la ex 525 e la circonvallazione stezzanese sono già sovraccariche. Se ci aggiungeremo le auto scaricate dalla Bergamo-Treviglio la situazione andrà peggiorando». (...)

Continua a leggere sul PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 25 aprile, o in edizione digitale QUI

Commenti
Luca Maffioletti

Un'autostrada inutile c'è ne sono di strade per raggiungere Treviglio sistemiamo quelle !.....…che sono rattoppate peggio del terzo mondo, e per gli amministratori della manutenzione , soprattutto della provincia un piccolo consiglio:evitate di fare riempire le buche che si formano mentre piove , è un lavoro inutile !

PAOLO

L'AUTOSTRADA BERGAMO TREVIGLIO E' UN SUICIDIO ASSISTITO PROMOSSO DALLE ISTITUZIONI RAPPRESENTATE DA CHI VOTIAMO. BISOGNA CAMBIARE CULTURA E MANDARE NELLE ISTITUZIONI GENTE CHE ABBIA SALE NELLA ZUCCA E SAPPIA CHE COSA' VA A FARE. OGGI ABBIAMO ELETTI INCOMPETENTI SU TUTTO E ASSERVITI AGLI INTERESSI DI POCHI. I NOSTRI VECCHI DICEVANO: " 'NDI NAC A FABRICA, MANGERI I QUADREI" FERMATE QUESTO OBBROBRIO PAOLO

Gianfranco

Opera inutile come il ponte sullo stretto - Gianfranco

Michele

Sorrido pensando a chi felicemente incassera il tesoretto, il mio pensiero vola al ponte sullo stretto ed ai siciliani che hanno l'acqua 3 ore al giorno.....

Cristian Vottari

Assurdo! Nessuno vuole questa inutile autostrada eppure non si può bloccare il progetto!! Altro che biciclettate, ci vorrebbe ben altro

Seguici sui nostri canali