Attualità
La psicoterapeuta

Disfunzioni e problemi psicologici: quanti ragazzi non riescono a far sesso

Dal congresso di Andrologia di Bergamo la rivelazione sorprendente. Disturbi in aumento anche fra gli adulti. E «certi farmaci sono inutili»

Disfunzioni e problemi psicologici: quanti ragazzi non riescono a far sesso
Attualità Bergamo, 24 Settembre 2022 ore 09:16

di Luigi De Martino

La notizia è che le difficoltà sessuali, la funzionalità limitata, riguarda sempre più i giovani maschi. Il dato emerge anche dal congresso nazionale di Andrologia che si è svolto nei giorni scorsi alla Fiera di Bergamo.

Si è parlato anche di problemi sessuali, sia dal punto di vista fisiologico, sia da quello psicologico. Tra i relatori, infatti, c’era la dottoressa Alessandra Iamundo De Cumis, psicoanalista esperta in psicosomatica che opera a Bergamo e che da più di dieci anni collabora con andrologi e urologi nella cura delle disfunzioni sessuali.

La dottoressa Alessandra Iamundo De Cumis
La dottoressa Alessandra Iamundo De Cumis

Quanto è importante la collaborazione tra andrologo e psicoanalista?

«Lo è soprattutto quando le disfunzioni sessuali non sono dovute a un danno organico. Quando un uomo presenta problemi sessuali tra i più comuni - come disfunzione erettile, anorgasmia (difficoltà a raggiungere l’orgasmo), calo del desiderio ed eiaculazione precoce - molte volte accade che, al termine della visita, l’andrologo non rilevi alcun problema di ordine fisico. Quindi quella disfunzione non può che riguardare la sfera psicologica e di relazione».

Come si integrano le due discipline?

«La cura psicologica incomincia già nell’ambulatorio dell’andrologo. Il primo passo è chiedere semplicemente “Come sta?”. Ovvero, che momento sta attraversando la sua vita? La relazione con la partner è soddisfacente? Sta vivendo un periodo di stress? Sta assumendo psicofarmaci? In base alle risposte, l’andrologo potrà indirizzare il paziente dallo psicoterapeuta».

Che ruolo hanno gli psicofarmaci nelle disfunzioni sessuali?

«È risaputo che l’assunzione di alcuni antidepressivi può avere un effetto negativo sulla funzionalità erettile e sul desiderio sessuale».

Molti trovano una soluzione ai problemi ricorrendo alla famosa pillola blu.

«La prescrizione di farmaci come Viagra, Cialis, Levitra dovrebbe essere (...)

Continua a leggere sul PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 29 settembre, o in edizione digitale QUI

Seguici sui nostri canali