innovazione

È online da ieri (12 luglio) il nuovo sito web dell'Asst Papa Giovanni XXIII

È composto da circa 30 mila pagine tra sezioni con le indicazioni per accedere ai servizi, schede dei reparti e dei professionisti, mappe, atti di bandi e di concorsi

È online da ieri (12 luglio) il nuovo sito web dell'Asst Papa Giovanni XXIII
Attualità Bergamo, 13 Luglio 2021 ore 10:46

Circa 30 mila pagine tra sezioni con le indicazioni per accedere ai servizi, schede dei reparti e dei professionisti, mappe, atti di bandi e di concorsi. È online da lunedì sera (12 luglio) il nuovo sito web dell’Asst Papa Giovanni XXIII.

Costruito con il CMS open source Drupal, il nuovo applicativo offre una home page completamente rinnovata, percorsi di navigazione migliorati e una fruizione possibile anche da dispositivi mobili, garantendo alti standard di sicurezza informatica. Due gli strumenti principali di navigazione; il menu sempre presente in ogni pagina nella parte alta dello schermo e quattro motori di ricerca: uno generale, uno per trovare i reparti e i servizi, uno dedicato ai professionisti e uno alle patologie trattate.

«Il sito precedente era già completo – osserva il direttore generale Maria Beatrice Stasi – ma era dotarci di una piattaforma più moderna, flessibile e sicura, che ci permette di avere a disposizione uno strumento altamente personalizzabile anche in vista di nuovi miglioramenti futuri. I cittadini devono essere messi nelle condizioni di trovare l’informazione che cercano agevolmente, nel minor tempo possibile, nonostante la complessità di una piattaforma così articolata».

Lo scorso anno il sito web del Papa Giovanni ha registrato 1.897.406 visite, in aumento del 23,47 per cento rispetto al 2019, e 1.044.526 utenti unici, saliti del 21,83 per cento rispetto all’anno precedente. Nel complesso, sono stati eseguiti 5.652 aggiornamenti, oltre 15 in media al giorno, festivi inclusi.

La pagina Facebook seguita oggi da circa 30 mila persone, è stata invece individuata da Agenda Digitale come buona pratica di comunicazione sanitaria durante l’emergenza Covid, periodo in cui il canale social ha registrato un aumento esponenziale di tutti gli indicatori: +74,3 per cento i post pubblicati, +179,89 per cento i follower e +268,18 per cento le persone raggiunte con un singolo post.

Il nuovo sito internet è stato costruito dall’ufficio comunicazione dell’Asst Papa Giovanni XXIII, in collaborazione con l’azienda bresciana Invisiblefarm, software house che offre soluzioni per la pubblica sanità, la gestione del territorio ed è specializzata in tre settori: sistemi informativi, formazione a distanza e smart cities.