Disagi

Fermata Teb di Borgo Palazzo, i lavori per le scale fisse in fase di «progettazione esecutiva»

I consiglieri di Fratelli d'Italia in un'interpellanza dello scorso 3 luglio hanno chiesto i tempi per la loro realizzazione

Fermata Teb di Borgo Palazzo, i lavori per le scale fisse in fase di «progettazione esecutiva»
Pubblicato:
Aggiornato:

Ancora prima che l'ascensore della fermata Teb di Bergamo in via Borgo Palazzo si rompesse, come segnalato da un cittadino la scorsa giornata, i consiglieri di Fratelli d'Italia, Ida Tentorio e Arrigo Tremaglia, avevano presentato, già il 3 luglio, un'interpellanza sullo stato dei lavori per le scale fisse a Palazzo Frizzoni.

I problemi dei pendolari

Le scale mobili, dopo i ripetuti danneggiamenti a opera dei vandali, in una situazione dell'area di degrado, erano state rimosse lo scorso marzo. In seguito, però, come segnalato da varie persone, sembrava anche a inizio mese che poco o niente si muovesse, dato che invece sarebbero dovuti iniziare i lavori per realizzare le scale fisse.

Anche allora, tra l'altro, in Consiglio comunale si erano segnalati i problemi per i pendolari, che per raggiungere le scale di emergenza (le quali, secondo l'opposizione, sarebbero di proprietà privata) dovevano attraversare i binari, con tutti i rischi che ciò comporta. Oppure, in alternativa, usare l'ascensore, che però quando funzionava aveva tempi molto lunghi di andata e ritorno dopo la chiamata, per cui in presenza di diversi utenti la situazione diventava un problema. Adesso non ci si deve neppure più preoccupare di quello, perché a causa di un guasto l'apparecchio è ora fuori uso.

Lavori in «progettazione esecutiva»

«Le scale mobili, sempre rotte, sono state rimosse in vista di una sostituzione con scale fisse, ma sembra che il tutto sia fermo e non ci siano avanzamenti lavori - si legge nell'interpellanza presentata a inizio di questo mese -. Si segnala, altresì, il disagio per arrivare alla fermata in direzione stazione ferroviaria (scale in fondo alla fermata, con obbligatorio e pericoloso attraversamento dei binari dato che, a quanto pare, la scala dedicata è privata, oppure, ascensore con tempi lunghi, sia di salita sia di discesa)».

I consiglieri di FdI facevano notare inoltre come «le scale fisse, rispetto a quelle mobili, costituiscono intralcio alle persone anziane, posto che passare da quelle mobili a quelle fisse li rallenta e li emargina». A seguito di diverse segnalazioni da parte di alcuni cittadini, Atb aveva risposto a marzo che i lavori per l'installazione delle nuove scale fisse stavano procedendo regolarmente: «riferiscono di essere in fase di progettazione esecutiva, in quanto i rilievi definitivi sono stati completati e conclusi solo dopo aver rimosso le scale mobili» hanno specificato i meloniani.

In Consiglio si sono quindi chiesti i tempi che richiedono gli interventi per essere portati a termine, in modo tale da poter eliminare il problema che si presenta a chi usa il tram in zona.

Commenti
Mariano Giusti

La mancanza delle scale è il minore dei mali visto che poi si arriva in stazione ed i pochi treni rimasti ventono sistematicamente cancellati, vedere lo storico del 7:40 questa settimana. Oscenità lombarda

Roberta

Le scale le gettano mischiando le lacrime di marcello alla malta

Andrea

AoA… vero! E probabilmente sarebbero ad accesso limitato e a 2,5 € per usarle! Ahaha… Se non fosse una tragedia ci sarebbe da scriverci una commedia..

Marcello

Ormai per 5 anni sono tranquilli e allora... state certi che di ritardi di questo tipo ne vedrete tanti!

AoA

Che ne penso? Che se sua eminenza il vecchio sindaco avesse abitato in zona le scale mobili sarebbero ancora in perfetta forma e sempre presidiate!

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali