Attualità
Rinnovare la flotta

Finalmente i nuovi treni Donizetti arrivano anche sulle linee di Bergamo e Treviglio

Oggi (10 giugno) la presentazione con Fontana e Terzi. I convogli migliorano accessibilità, qualità del viaggio e impatto sull’ambiente

Finalmente i nuovi treni Donizetti arrivano anche sulle linee di Bergamo e Treviglio
Attualità Bergamo, 10 Giugno 2022 ore 16:54

Ringiovaniscono i collegamenti Bergamo-Brescia grazie ai treni Donizetti. I convogli debutteranno a partire da domenica 12 giugno e andranno a percorrere una direttrice quanto mai fondamentale per due città che si preparano a diventare Capitali della Cultura 2023. Accanto alla linea Bergamo-Brescia, verrà coperta anche quella Brescia-Cremona. Ai primi due treni attivi da domenica, nel 2022 se ne aggiungeranno ulteriori 13, che andranno a coprire anche le linee Cremona-Treviglio e Treviglio-Bergamo.

Il nuovo convoglio Donizetti è stato presentato proprio questa mattina (venerdì 10 giugno), al deposito ferroviario di Fiorenza, nel corso di un evento cui hanno partecipato, tra gli altri, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, l’assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile della Regione Lombardia Claudia Maria Terzi, il presidente di Fnm Andrea Gibelli, il presidente di Ferrovie Nord Fulvio Caradonna, l’amministratore delegato di Trenord e direttore generale di Fnm Marco Piuri, l’amministratore delegato di Alstom Italia e presidente e amministratore delegato Alstom Ferroviaria, Michele Viale.

5 foto Sfoglia la gallery

Si tratta di una buona notizia per i pendolari, ma anche per l’ambiente. I treni Donizetti, dotati di 243 posti disposti su un unico piano, hanno sedute dotate di prese per alimentazione di PC, tablet e cellulari, godono di un’illuminazione ottimizzata grazie a grandi finestrini che consentono un maggior luce naturale e, soprattutto, sono totalmente accessibili grazie agli ampi corridoi e alle porte dotate di pedane a raso, non sempre presenti o in buone condizioni negli attuali mezzi in circolo. Il viaggio sarà reso più confortevole, grazie ai livelli di rumore e vibrazione ridotti al minimo e alle temperature nelle carrozze si autoregolano grazie a un impianto di condizionamento potenziato. Sul versante del rispetto dell’ambiente, i nuovi treni consumano il trenta per cento di energia in meno rispetto alla precedente generazione sono riciclabili per il 97 per cento. La stessa chiusura delle porte è programmata in modo da evitare la dispersione termica e l’illuminazione a led si regola automaticamente sulla base della luce esterna.

Si tratta dei primi convogli della commessa relativa all’Accordo quadro e al contratto applicativo firmati da Fnm, Ferrovie Nord e Alstom a fine novembre 2019, in seguito alla gara bandita grazie ai finanziamenti di Regione Lombardia.

Già da febbraio scorso avevano esordito i treni ad alta capacità Caravaggio, convogli capaci di garantire dodici corse al giorno sulla linea Milano Porta Garibaldi-Pioltello-Bergamo. Le linee bergamasche, e più in generale i binari lombardi, stanno conoscendo un forte trend di ringiovanimento grazie all’immissione dei nuovi convogli. Questi treni abbassano l’età media, che, secondo il rapporto di Legambiente Pendolaria 2022, in Lombardia è ancora di 14,7 anni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter