Attualità
Ambiente

Goletta dei Laghi 2022, sette punti campionati sull'Iseo: uno inquinato a Costa Volpino

Monitoraggio effettuato da Legambiente nell'ambito della campagna Goletta dei Laghi 2022 ha evidenziato una criticità alla foce del fiume Oglio, in territorio di Costa Volpino

Goletta dei Laghi 2022, sette punti campionati sull'Iseo: uno inquinato a Costa Volpino
Attualità 04 Luglio 2022 ore 14:03

La campagna di Legambiente in difesa delle acque dei bacini lacustri italiani – chiamata Goletta dei Laghi 2022 – fa tappa anche sul lago d'Iseo, a cavallo tra le province di Bergamo e Brescia. Dei sette punti campionati, uno è risultato fuori dai limiti di legge previsti dalla normativa italiana: si tratta di quello di Costa Volpino, alla foce del fiume Oglio. Gli altri sei sono risultati entro i limiti di legge.

Quattro i punti campionati dai tecnici e volontari di Legambiente in provincia di Bergamo, i restanti nel bresciano: il primo è stato effettuato a lago in corrispondenza della foce del torrente Rino a Tavernola Bergamasca, il secondo alla foce del torrente Borlezza a Castro, mentre il terzo e il quarto a Costa Volpino – uno al canale presso la spiaggia “Bar delle Rose”, mentre l'altro (quello inquinato) alla foce del fiume Oglio. Per via della mancanza d'acqua, quest'anno non sono stati effettuati prelievi in foce (a eccezione per i fiumi più grandi) per via della mancanza d'acqua che sta affliggendo tutta l'Italia, bergamasca compresa.

I parametri indagati sono microbiologici (Enterococchi intestinali ed Escherichia coli) e vengono considerati inquinati i campioni in cui almeno uno dei due supera il valore limite previsto dalla normativa vigente sulle acque di balneazione in Italia. Il monitoraggio – sottolinea Legambiente – «non vuole sostituirsi ai controlli ufficiali, ma punta a scovare le criticità ancora presenti nei sistemi depurativi per porre rimedio all'inquinamento dei laghi prendendo in considerazione i punti di “maggior rischio”». Tra questi foci di fiumi e torrenti, scarichi e piccoli canali che rappresentano i veicoli principali di contaminazione batterica dovuta all'insufficiente depurazione dei reflui urbani o agli scarichi illegali.

«Anche quest'anno si riconferma in buona sostanza l'esito positivo del campionamento del Lago Sebino – dichiara Valentina Minazzi, vicepresidente di Legambiente Lombardia –. Per mantenere e migliorare questi risultati continueremo con le nostre azioni grazie all'impegno dei locali, tra cui il circolo Legambiente Alto Sebino, che non smette di chiedere il completamento delle opere di collegamento delle acque e continuerà a farlo a partire dal bacino del fiume Oglio, che mostra ancora qualche piccola criticità alla foce».

Goletta dei Laghi è una campagna che da diciassette anni monitora lo stato di salute dei bacini lacustri italiani e ne denuncia le criticità. Scarichi non depurati e inquinanti, incuria e inquinamento da microplastiche, cementificazione e captazione delle acque sono i temi al centro. In più, Goletta dei Laghi si configura come importante cornice per ribadire la necessità di una gestione equa, razionale e sostenibile della risorsa idrica, di fronte alla scarsità d'acqua che non risparmia i bacini lacustri italiani.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter