Attualità
Grazie ai fondi del Governo

Il Comune mette oltre 500 mila euro a sostegno delle famiglia. Come fare richiesta

Si tratta di contributi di solidarietà alimentare, per utenze domestiche e canone di locazione. Domande a partire dal 23 settembre

Il Comune mette oltre 500 mila euro a sostegno delle famiglia. Come fare richiesta
Attualità Bergamo, 17 Settembre 2021 ore 16:19

A causa del protrarsi dello stato di emergenza dovuta al Covid-19, il Governo ha previsto ulteriori misure (pari a 500 milioni di euro) per l'anno 2021 a favore delle famiglie fragili attraverso l’intervento dei Comuni. A quello di Bergamo sono stati assegnati 506.229,80 euro che ora Palazzo Frizzoni mette a disposizione dei cittadini attraverso tre misure erogate come contributi a fondo perduto.

«Siamo contenti di offrire l’opportunità di un ulteriore contributo economico a chi nella nostra città ha maggiormente subito il contraccolpo derivante dall’emergenza sanitaria - dichiara Marcella Messina, assessore alle Politiche sociali -. Le condizioni di precarietà lavorativa e di fragilità sociale delle famiglie, in particolare quelle con minori, sono certamente aumentate. Da gennaio 2021 i Servizi sociali hanno infatti aiutato circa cinquemila nuclei familiari con misure a sostegno di bisogni primari come affitto, aiuto alimentare, materiale scolastico. In uno scenario così, questo intervento rappresenta certamente un aiuto necessario e importante».

In particolare, si tratta di:

  • contributi di solidarietà alimentare e per generi di prima necessità;
  • contributi per il pagamento dell’affitto (il contratto di locazione deve essere intestato al soggetto richiedente o a un componente del nucleo familiare);
  • contributi per il pagamento delle utenze domestiche (il contratto di fornitura dell’utenza deve essere intestato al soggetto richiedente o a un componente del nucleo familiare).

Il contributo una tantum di solidarietà alimentare e per generi di prima necessità e quello per il pagamento delle utenze domestiche che sarà liquidato in un'unica soluzione con accredito diretto sul c/c del beneficiario, ammonta a 150 euro per i nuclei con un solo componente; 250 euro per quelli con due componenti; 350 euro per quelli con tre componenti; 450 euro per quelli con quattro componenti; 500 euro per quelli di cinque o più componenti.

Il contributo una tantum per il pagamento dell’affitto, che sarà liquidato in un'unica soluzione con accredito diretto sul c/c del proprietario dell’abitazione oggetto del canone di locazione, ammonta invece a 500 euro.

Possono presentare richiesta per uno solo degli interventi cittadini italiani, o dell’Unione Europea o cittadini stranieri non appartenente all’Unione Europea con titolo di soggiorno in corso di validità o in fase di rinnovo, residenti a Bergamo, che abbiano al momento della presentazione della domanda, i seguenti requisiti:

  • ISEE ordinario o corrente inferiore o uguale a 18 mila euro;
  • per i lavoratori dipendenti, riduzione di reddito pari ad almeno il 25 per cento tra la retribuzione netta percepita per i mesi successivi all’8 marzo 2020 rispetto a quella percepita per il mese di gennaio 2020, a seguito dell’emergenza Covid-19; perdita del lavoro per mancato rinnovo del contratto scaduto dopo l’8 marzo 2020, o licenziamento avvenuto dopo l’8 marzo 2020 a eccezione di quello per giusta causa;
  • per i liberi professionisti e i lavoratori autonomi, riduzione del fatturato medio giornaliero superiore al 25 per cento, registrato in un trimestre successivo al 8 marzo 2020 rispetto all’ultimo trimestre 2019, in conseguenza delle disposizioni adottate per l’emergenza Covid-19.

Le domande dovranno essere presentate, a partire da giovedì 23 settembre, entro il 18 novembre 2021, esclusivamente online tramite lo sportello telematico del Comune di Bergamo. Non saranno accolte domande incomplete o presentante in modi e tempi diversi da quelli previsti. Per accedere allo Sportello Telematico munirsi di Spid o Cns (Carta Nazionale dei Servizi) con relativo lettore. Per informazioni relative ai contenuti del bando e per supporto nella compilazione scrivere a buonispesa@comune.bergamo.it.

L'assegnazione del contributo, subordinata alla disponibilità del fondo, avverrà nel rispetto della graduatoria stilata a chiusura del bando seguendo l’ordine crescente dell’indicatore ISEE. In ogni caso, saranno collocati in fondo alla graduatoria complessiva i nuclei percettori di:

  • reddito/pensione di cittadinanza;
  • altri contributi riguardanti il canone di locazione percepiti nel 2021;
  • altri fondi pubblici e/o privati per la medesima finalità (sostegno al reddito).