Attualità
International Emmy Awards

Il documentario Sky News sulla prima ondata Covid a Bergamo ha vinto un altro premio

Si intitola "A warning from Italy", è stato girato a marzo 2020 e mostra il sindaco Gori e il personale sanitario del Papa Giovanni alle prese con la pandemia

Il documentario Sky News sulla prima ondata Covid a Bergamo ha vinto un altro premio
Attualità Bergamo, 29 Settembre 2021 ore 17:49

Durante la prima ondata della pandemia avevano documentato la situazione a Bergamo, seguendo a lungo il sindaco Giorgio Gori ed entrando nel pronto soccorso del Papa Giovanni XXIII quando il Covid non era ancora dilagato in tutto il mondo. Oggi, mercoledì 29 settembre, il documentario di Sky News intitolato A warning from Italy si è aggiudicato il prestigioso premio degli International Emmy Awards per la categoria “News”.

Il servizio di Sky News (si può trovare a questo link, assieme ad altri successivi realizzati dalla stessa squadra) a Bergamo nel marzo 2020 ebbe grande eco in Gran Bretagna e in tutto il mondo: è stato infatti visto, sulle varie piattaforme digitali, da oltre cento milioni di persone e ha contribuito a creare consapevolezza intorno al Covid-19 in un momento di grande sottovalutazione dei rischi.

Il lavoro, firmato dal giornalista Stuart Ramsay con il cameraman Garwen McLuckie e i produttori Dominique van Heerden e Simone Baglivo, si era già aggiudicato premi ai British Journalism Awards per la sezione Esteri e ai Royal Television Society Awards 2021 nei mesi scorsi.

Nel corso del servizio venivano mostrate le riprese effettuate nei reparti dell'ospedale di Bergamo in cui erano ricoverati i pazienti che presentavano la forma più grave della malattia: delle immagini impressionanti, che avevano mostrato ciò che, purtroppo, il virus era in grado di fare. Nelle interviste, i medici spiegavano di non essersi mai trovati prima di quel momento davanti a un fenomeno simile, con sintomi che colpivano diverse parti dell'organismo, non solo l'apparato respiratorio, e frotte di malati che continuavano a venire ricoverati. Insieme a loro sempre gli infermieri, che correvano da un letto all'altro cercando di assistere tutti.

Quella di raccontare alla stampa internazionale la situazione di Bergamo nelle settimane di marzo fu una delle strategie di comunicazione messe in campo dal Comune di Bergamo e dal sindaco Gori, perché il resto d’Europa e del mondo si preparasse all’arrivo del Covid-19 in un momento in cui il coronavirus era considerato un problema solo cinese e italiano.