Attualità
Boccata d'ossigeno

In arrivo dai bacini montani ulteriori 10 milioni di mq di acqua per il Sebino

Il nuovo accordo con i gestori idroelettrici permetterà di portare a termine la stagione irrigua senza far scendere troppo in fretta il lago d'Iseo

In arrivo dai bacini montani ulteriori 10 milioni di mq di acqua per il Sebino
Attualità 25 Giugno 2022 ore 16:25

Ulteriori dieci milioni di metri cubi di acqua aiuteranno il lago d’Iseo e i campi della franciacorta e della Bassa bagnati dall’Oglio. Verranno rilasciati nei prossimi dieci giorni dai bacini artificiali montani grazie a un nuovo accordo siglato tra Regione Lombardia e i gestori idroelettrici, che si erano già impegnati a far defluire a valle 900mila metri cubi di acqua al giorno per una decina di giorni.  Nonostante la riduzione dei volumi disponibili e a fronte dei fenomeni temporaleschi delle scorse ore, i gestori idroelettrici hanno accettato di mantenere il deflusso concordato fino ai primi di luglio.

In arrivo dai bacini montani ulteriori 10 milioni di mq di acqua per il Sebino

“L’obiettivo è riuscire, con questo ulteriore supporto, a sostenere il comparto agricolo, alimentando per quanto possibile la prima stagione irrigua” – fa sapere l’assessore regionale Massimo Sertori, impegnato nel tavolo di coordinamento per far fronte alla grave crisi idrica che ha colpito l’intera regione e in particolar modo Vallecamonica e Sebino.

Proprio grazie all’apporto dei bacini idroelettrici la discesa del livello del lago per la prima volta da un mese a questa parte si è fermata. L’idrometro alla diga di Sarnico segna 15 centimetri sopra lo zero, contro una media di 96 centimetri. Il volume del Sebino è un terzo rispetto alla media degli ultimi 90 anni. Le riserve idriche del bacino dell’Oglio sono diminuite di un ulteriore 17% rispetto alla scorsa settimana e sono inferiori del 68% rispetto alla media degli ultimi 15 anni.

Seguici sui nostri canali