Attualità
Fondi importanti

Investimenti sanità, da Regione 160 milioni per le strutture dell'Asst Bergamo Est

53 milioni sono già stati stanziati per l'ospedale di Alzano, poi ne arriveranno altri per Seriate, Piario, Lovere, Calcinate e Gazzaniga

Investimenti sanità, da Regione 160 milioni per le strutture dell'Asst Bergamo Est
Attualità Val Seriana, 29 Dicembre 2021 ore 15:48

Un miliardo e 694 milioni di euro per il potenziamento delle strutture ospedaliere di Regione Lombardia, sia attraverso interventi ex novo, sia attraverso lavori di messa in sicurezza, con particolare attenzione all'anti-sismica e alla normativa antincendio. Questo il piano investimenti deliberato dalla Giunta di Regione Lombardia su proposta della vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti.

«Continua lo sforzo di Regione Lombardia di utilizzo dei fondi dello Stato e di risorse proprie – ha spiegato la vicepresidente - per realizzare nuove strutture sul territorio e interventi di messa a norma e sicurezza delle strutture sanitarie pubbliche e del patrimonio tecnologico».

Gli interventi saranno infatti realizzati attraverso la disponibilità di 1 miliardo e 398 milioni di euro di finanziamenti ministeriali, 73 milioni di euro stanziati da Regione Lombardia e altri 223 milioni ripartiti nei prossimi anni a completamento degli interventi deliberati.

«L'obiettivo – ha aggiunto Moratti - è garantire l'erogazione dei servizi sanitari secondo adeguati livelli di sicurezza, nella delicata funzione sociale di assistenza socio-sanitaria alla collettività e nei principi della Legge Regionale sulla Sanità di cui recentemente, a inizio dicembre, abbiamo approvato il potenziamento».

I finanziamenti a Bergamo

In tutto arriveranno 160 milioni di euro per la nuova organizzazione sanitaria su tutto il territorio della Val Seriana che afferisce all'Asst Bergamo Est: 53 milioni sono già stati stanziati con una prima trance di finanziamenti per l'ospedale di Alzano, mentre a seguire ne verranno deliberati altri che riguarderanno i presidi ospedalieri di Seriate, Piario, Lovere, Calcinate e Gazzaniga.

Nello specifico, l'ospedale di Alzano sarà caratterizzato sempre più come un ospedale dedicato all'area donna e bambino. Seriate vedrà potenziata la propria offerta chirurgica, a Piario verrà rafforzata l'area dei posti sub intensivi e degli ambulatori diurni, mentre il presidio di Lovere sarà interessato da interventi di messa in sicurezza. La stessa cosa è prevista per gli ospedali di Gazzaniga, dove ci sono in agenda lavori di adeguamento normativo per 2,25 milioni e di Calcinate dove sono previste opere, sempre di adeguamento normativo, per 1,52 milioni.