Attualità
Che pasticcio...

La Cad è chiusa, ma i cittadini non lo sapevano: a Treviglio arrivano anche i carabinieri

Molti, stamattina, si sono recati presso gli ambulatori senza sapere che il servizio era stato sospeso per tutto il mese di giugno

La Cad è chiusa, ma i cittadini non lo sapevano: a Treviglio arrivano anche i carabinieri
Attualità 06 Giugno 2022 ore 16:35

Soltanto qualche giorno fa abbiamo riportato la notizia della sospensione, per tutto il mese di giugno, del servizio di Continuità assistenziale diurno (Cad) attivato da Ats per sopperire all'assenza di sei medici di base tra i Comuni di Treviglio, Brignano, Caravaggio e Casirate. Ottomila gli assistiti "abbandonati" dal punto di vista sanitario; molti gli anziani (erano una ventina già alle 10) che - come riporta Corriere Bergamo - nella mattina di oggi, 6 giugno, si sono recati presso gli ambulatori di viale Piave, trovandosi di fronte porte chiuse e due pattuglie dei carabinieri in presidio.

Nessuno di loro era a conoscenza della sospensione e nessun cartello ne dava l'annuncio. È stato solamente dopo tre quarti d'ora che Ats si è attivata per inviare l'avviso, che è stato successivamente appeso sulla vetrata d'ingresso. «La Cad è chiusa - si legge sul foglio -. Stiamo provvedendo a evadere tutte le ricette consegnate alla data del 3 giugno; appena possibile verranno fornite ulteriori istruzioni per il ritiro. Sono in corso interlocuzioni organizzative».

Peccato che per molte persone quelle ricette siano estremamente urgenti: ora dovranno rivolgersi alla guardia medica notturna oppure al Pronto soccorso per ottenerle. L'annuncio dello stop al Cad era stato dato sabato 4 giugno nel corso di una conferenza stampa da Juri Imeri, il sindaco di Treviglio, che è venuto a conoscenza della situazione per puro caso, chattando con la direzione sanitaria di Ats.

Il motivo del disservizio riguarderebbe i medici che lavorano all'interno del Cad, i quali non avrebbero dato la propria disponibilità per il mese di giugno a causa delle condizioni di lavoro troppo impegnative. Così il servizio è saltato, senza però che i cittadini ne fossero effettivamente messi a conoscenza fino a questa mattina, quando Ats ha appeso il cartello di avviso.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter