Un po' di preoccupazione

La collezione artistica della ex Popolare trasloca, ma solo temporaneamente (si spera)

Camion sul Sentierone hanno caricato i pregiati quadri, diventati di proprietà di Intesa. Il motivo? La ristrutturazione della sede di Piazza Vittorio Veneto

La collezione artistica della ex Popolare trasloca, ma solo temporaneamente (si spera)
Attualità Bergamo, 24 Luglio 2021 ore 11:35

di Wainer Preda

La preziosa collezione di quadri della ex Banca Popolare di Bergamo trasloca. Non la vedrete più nella sede di Piazza Vittorio Veneto ma sarà trasferita ad altra destinazione, causa lavori di ristrutturazione interna dell’edificio.

Ieri pomeriggio, gli addetti hanno caricato una parte delle tele, alcune delle quali di notevoli dimensioni, sui camion parcheggiati sul Sentierone per consentire le delicate operazioni di trasferimento. La celebre collezione d’arte della Popolare è composta da alcune centinaia di opere realizzate tra il XIV e il XXI secolo. Non ci sono solo dipinti, ma anche sculture, disegni, fotografie e stampe. Una collezione raccolta durante i centocinquant’anni di storia della banca stessa, fondata nel 1869.

4 foto Sfoglia la gallery

«La collezione della Banca Popolare è di grandissimo pregio - spiega il senatore Marco Pagnoncelli, che ha la passione per l’arte e ci ha mandato le foto che vedete in questo articolo -. Ci sono opere di Baschenis, Fra’ Galgario, Piccio, Manzù, Ghirri a Boetti. Ma non solo. Ci sono anche artisti internazionali perché la scelta della collezione è sempre stata quella di fare un panorama della produzione artistica passata e contemporanea».

Con l’operazione di acquisto da parte di Intesa San Paolo, ora anche il patrimonio artistico della Popolare di Bergamo è diventato di proprietà del gruppo torinese. Secondo quanto si è appreso, il trasloco della collezione però dovrebbe essere solo temporaneo, per consentire la ristrutturazione dei locali di Piazza Vittorio Veneto che saranno trasformati in una sede Fideuram.