Attualità
Calvenzano

L'avanzata della logistica nella Bassa non si ferma: nuovo insediamento

Il magazzino da quasi 25mila metri quadrati sorgerà a sud della provinciale Rivoltana. Il Comune di Calvenzano otterrà l'area dell'ex Castello, messa in sicurezza, la riqualificazione di piazza Paglia e nuove piantumazioni

L'avanzata della logistica nella Bassa non si ferma: nuovo insediamento
Attualità 04 Novembre 2022 ore 15:33

La realizzazione di un nuovo insediamento logistico, di dimensioni relativamente piccole (un’edificato di quasi 25mila metri quadrati su un’area da 50mila) è pronto a partire sul territorio di Calvenzano. La "P3 Logistic Parks", investitore specializzato nello sviluppo, nell’acquisizione e nella gestione a lungo termine di immobili logistici in Europa, ha annunciato ieri, giovedì, l’acquisizione dalla società "Officine Mak" dell’intera area a sud della Provinciale 185 Rivoltana - a ridosso della rotatoria per Vailate - sulla quale sorgerà un "magazzino logistico di 24.300 mq frazionabili, con spazi dedicati ad uso uffici, altezza sotto trave di 12 metri e 24 baie di carico".

Si tratta di un’area che nel Piano di governo del territorio del Comune di Calvenzano è un ambito di trasformazione a vocazione produttiva, commerciale e logistica e che ora, ottenute tutte le autorizzazioni necessarie, è pronto a decollare. Ne parla PrimaTreviglio.

Il progetto della "P3"

Lo sviluppatore "P3", nell’intervento di Calvenzano, ha previsto un impianto fotovoltaico in copertura, postazioni per la ricarica di veicoli elettrici e luci a led in una struttura di livello "prime" per un immobile in grado di ridurre l’impatto ambientale e conforme ai più elevati standard internazionali. Tutti i nuovi edifici, infatti, vengono realizzati con certificazione "Breeam Excellent", uno degli standard edilizi più avanzati e diffusi al mondo per la valutazione d’impatto ambientale degli edifici.

Siamo grati al nostro partner locale per il costante supporto sin dai primi step del progetto. Questa location rappresenta un'opportunità imperdibile per il mercato, dato che consente di raggiungere in pochissimo tempo le tre più importanti città industriali del nord Italia, sull’Asse della Brebemi - Brescia, Bergamo, Milano - commenta Andrea Amoretti, Managing Director di P3 Italia -. Lo consideriamo uno spazio ideale per i nostri clienti dei settori e-commerce, retail, farmaceutico e 3PL, che desiderano implementare le proprie attività inserendosi in un hub industriale consolidato e di primaria importanza.

Soddisfatto per l'accordo raggiunto, anche il Ceo di Officine Mak.

La cessione dell’area a un leader mondiale nella logistica come P3 Logistic Parks, che lavora con standard elevatissimi in tutti gli ambiti applicativi, testimonia la nostra attenzione ad operare secondo gli obiettivi di sostenibilità e di riduzione dell’impatto ambientale - il pensiero di Daniele Consonni -. In pochi mesi, grazie ad Andrea Amoretti e Giuliano Casale di P3 e con lo studio GB & Partners abbiamo prima concluso l’operazione e poi collaborato allo sviluppo del progetto. Un esempio significativo di come Officine Mak sia in grado di relazionarsi con i suoi partner in modo efficace ed efficiente, come facciamo con privati e amministrazioni locali per riqualificare zone urbane in tutta Italia.

Soddisfatto anche il sindaco di Calvenzano Fabio Ferla

L'arrivo di un un nuovo insediamento logistico in una zona del paese già a vocazione produttiva, industriale e logistica, porterà diversi vantaggi anche al Comune di Calvenzano.

L’ambito di trasformazione, che ora passa in una fase di attuazione, avrà delle ricadute positive per il nostro paese - il commento del primo cittadino Fabio Ferla -. Lo sviluppatore, infatti, tra gli standard qualitativi richiesti per costruire si occuperà della riqualificazione di piazza Guido Paglia, presentando il relativo progetto per l’approvazione di Giunta e Consiglio, provvederà alla piantumazione nell’oasi Lago Spino che andrà a raddoppiare il patrimonio verde di quell’area e, infine, con un investimento di circa 300mila euro provvederà alla messa in sicurezza, anche antisismica, dell’edificio dell’ex Castello per arrivare alla definitiva cessione dell’area da 10mila metri quadrati, oggi solo formalmente di proprietà pubblica, dietro il Municipio libera, come prevede la convenzione, da persone (affittuari, ndr) e cose. Sono molto soddisfatto perché, a differenza dei miei predecessori, per l’ennesima volta porto a compimento un importante intervento previsto nel Pgt di Calvenzano.

Seguici sui nostri canali