Attualità
Manifestazione

Oggi lo sciopero climatico di Fridays For Future, anche Bergamo

«L'estate ha mostrato chiaramente la crisi climatica». Si sono ritrovati in piazzale Alpini e sono arrivati fino a Piazza Matteotti, causando anche disagi alla circolazione

Oggi lo sciopero climatico di Fridays For Future, anche Bergamo
Attualità Bergamo, 23 Settembre 2022 ore 15:07

Si sono ritrovati in piazzale degli Alpini e da lì hanno iniziato la loro camminata per la città, tra striscioni, cartelloni e slogan. Oggi, venerdì 23 settembre, Fridays For Future Bergamo ha organizzato il primo sciopero per il clima dell’anno e sono stati tanti, ma non tantissimi per i numeri cui era abituato il gruppo inizialmente, i giovani e non solo che hanno deciso di prendervi parte. Gli organizzatori: «A due giorni dalle elezioni del 25 settembre torneremo a denunciare l'inazione della politica di palazzo. L'estate appena trascorsa ha mostrato ancora una volta che la crisi climatica è qui e ora e che colpisce con maggiore violenza le fasce di popolazione più svantaggiate mentre pochi continuano ad arricchirsi a spese di tutti».

Dopo l’alluvione nelle Marche, la siccità estrema che nessuno ha potuto ignorare negli scorsi mesi estivi e che anche nella Bergamasca sono stati tangibili e sotto gli occhi, quando non sulla pelle, di tutti, lo slogan «La crisi climatica uccide» portato avanti dai Fff non suona così tanto iperbolico.

Il corteo si è districato lungo via Lussana, via Torquato Taramelli, via Pascoli, via Maffei, via Angelo Maj, via Casalino, via Stoppani, passando per contrada dei tre passi, per poi imboccare via Tasso passando davanti alla Provincia, Largo Gavazzeni e infine Piazza Matteotti. La manifestazione ha causato disagi al traffico in via Maj, chiusa dall’incrocio con via Fantoni, con code fino in piazza Sant’Anna. È anche questo un modo per far sentire la propria presenza e portare il proprio messaggio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter