Attualità
Un piano da 400 mila euro

Riqualificazione delle scalette: nel 2022 si interviene in via Cornasello e vicolo Fontanabrolo

Approvati dal Comune di Bergamo i progetti definitivi per i due interventi, ora seguirà la progettazione esecutiva e l’iter di aggiudicazione dei cantieri

Riqualificazione delle scalette: nel 2022 si interviene in via Cornasello e vicolo Fontanabrolo
Attualità Bergamo, 06 Dicembre 2021 ore 11:48

Saranno vicolo Fontanabrolo, che dalle Piscine Italcementi si snoda fino a via degli Orti e via Tre Armi, e via Cornasello, che collega viale Vittorio Emanuele a via Monte Ortigara, le prossime scalette della città ad essere rimesse a nuovo da Palazzo Frizzoni.

Il Comune ha infatti approvato il progetto per la sistemazione dei due percorsi, che prevede un investimento complessivo di circa 400 mila euro. I cantieri dovrebbero essere avviati nel 2022.

«Al progetto definitivo seguiranno la progettazione esecutiva e l’iter di aggiudicazione del cantiere -, spiega l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla -. Prosegue il piano di sistemazione dei percorsi pedonali del nostro sistema collinare: negli anni scorsi abbiamo messo a nuovo lo Scorlazzone, il vicolo san Carlo, via Bellavista, la scaletta del Paradiso e via Monte Bastia. Ma anche portato l'illuminazione pubblica lungo la scaletta di Santa Lucia, vicolo Fontanabrolo e lo Scorlazzino».

Le due scalette

Il percorso di vicolo Fontanabrolo, che prende il nome da un’antica sorgiva già conosciuta nell’XI secolo, è lungo circa 590 metri, con circa 90 metri di dislivello. Il Comune ha previsto la risistemazione dei muri di cinta all’ingresso della strada, la riqualificare la pavimentazione e dei parapetti e la rimozione della vegetazione infestante, oltre all’interramenti dei cavi dell’illuminazione pubblica.

Via Cornasello prende il nome da un’antica cava di pietre che esisteva ai piedi della chiesa di Sant’Andrea, in via porta Dipinta, nei pressi della quale scendeva la strada che collegava Porta Dipinta a via Marone, cancellata dalla costruzione delle Mura. La pavimentazione sarà riqualificata in toto, verrà realizzata una passatoia laterale in lastre di pietra di Sarnico e saranno rimossi e sostituiti i paletti dissuasori.