Menu
Cerca
Nuovo passo avanti

Ristoranti, bar, matrimoni e coprifuoco: cos'è cambiato con le regole in vigore da oggi

Si potrà pranzare e bere anche all'interno dei locali, ma resta il limite delle quattro persone al tavolo. Per le cerimonie serve il green pass

Ristoranti, bar, matrimoni e coprifuoco: cos'è cambiato con le regole in vigore da oggi
Attualità 01 Giugno 2021 ore 18:26

La notizia è che da oggi, martedì 1 giugno, nelle regioni in zona bianca o gialla (la Lombardia è gialla, ma i dati lasciano sperare in un passaggio in bianca dal 14 giugno) ristoranti e bar potranno servire anche al chiuso. In giornata è arrivata però un'importante specifica: al tavolo si potrà stare ancora, al massimo, in quattro persone, come precisato dal Ministero della Salute. Le uniche eccezioni ammesse sono per persone conviventi o nuclei familiari.

Le regole per ristoranti e bar

I locali dovranno mettere a disposizione igienizzanti per le mani, i clienti potranno consumare il pasto senza mascherina anche al chiuso, mentre il personale di sala dovrà indossarla sempre. La distanza tra commensali dovrà essere di almeno 1 metro, arrivando a 2 metri in caso di alto rischio epidemiologico. Sarà possibile anche il consumo al bancone, a patto che si mantenga la distanza di 1 metro, mentre per quanto riguarda i buffet le pietanze dovranno essere servite dai camerieri.

Le regole per i matrimoni

Per gli invitati a cerimonie e banchetti, invece, sarà obbligatorio il possesso del green pass per tutte le persone al di sopra dei 2 anni di età, ottenibile avendo ricevuto la prima o anche la seconda dose di vaccino, essendo in possesso di certificato di guarigione dal Covid (rilasciato da struttura sanitaria o medico curante) e con tampone negativo effettuato non più di 48 ore prima.

Zone bianche e musica

In zona bianca non è più in vigore il coprifuoco, mentre in zona gialla dal 7 giugno sarà spostato a mezzanotte, dal 21 giugno invece sarà abolito.

Le esibizioni musicali sono permesse, a patto che sia garantita la distanza di almeno tre metri dal pubblico. Le discoteche potranno riaprire solo per la somministrazione di bevande, mentre le piste da ballo rimarranno chiuse, di conseguenza saranno valide le stesse regole di ristoranti e locali.